Archive for Ottobre, 2021

Home / 2021 / Ottobre

FONTE: Antonio Amorosi ( Affari Italiani)

“L’introduzione del Green Pass in Italia spinge a vaccinarsi, funziona e convince indecisi e contrari”. Questo in soldoni il refrain ripetuto a canali tv unificati e sui giornali. Ma cosa dicono davvero i dati? E’ questa la realtà dei fatti o siamo, come spesso è accaduto durante la pandemia, solo in una narrazione pro governo?
Abbiamo acquisito il grafico con i numeri ufficiale di tutte le vaccinazioni anti Covid in Italia, prime dosi, seconde e monodosi, e lo abbiamo incrociato con le date dell’approvazione dei vari decreti Green Pass e la loro entrata in vigore nel Paese.

Si nota che la vaccinazione in Italia cresce in modo sostenuto almeno fino al 17 giugno 2021, data di approvazione del Dpcm del governo che annuncia l’obbligatorietà del Green Pass per bar, ristoranti, musei, matrimoni e simili. E’ il cosiddetto primo Green Pass. Da quella data comincia gradualmente a frenare la crescita delle inoculazioni dei vaccini, iniziata il 9 febbraio dello stesso anno che procedeva senza cali. Più precisamente, dopo il 17 giugno è visibile un crollo repentino delle prime dosi inoculate che poi ricominciano pian piano a crescere ma decrescono le seconde dosi, restando, se confrontate all’avanzata fino al 17 giugno, entrambe sotto una soglia significativa.

Il 7 agosto, data di entrata in vigore del decreto sul primo Green Pass, la riduzione è sul grafico più che evidente, sia per le prime che per le seconde dosi. L’Italia ha superato la soglia del 50% di vaccinati circa a metà luglio.

Col Green Pass crollano le vaccinazioni

La vaccinazione è ancora più bassa il 21 settembre data del Decreto legge n°127, “Misure urgenti per assicurare lo svolgimento in sicurezza del lavoro pubblico e privato mediante l’estensione dell’ambito applicativo della certificazione verde COVID-19 e il rafforzamento del sistema di screening”, che associa il Green Pass al lavoro: senza il certificato verde ampie fasce di italiani non possono lavorare. E’ il cosiddetto super Green Pass. Il crollo è palese il 15 ottobre, data di entrata in vigore del provvedimento che viene anticipato e seguito dallo scatenamento, in tantissime città, di proteste sempre più vivaci.

Potrebbe essere fisiologico: il declino della vaccinazione coincide con il raggiungimento di certa soglia per poi tendere a decrescere, cioè è normale che con il passare dei mesi la quota di coloro che si vaccinano sia sempre minore. Ma dalla tabella è anche evidente che i Green Pass non servono a vaccinare di più, e la decrescita progressiva coincide con essi. Di fatto comunque il Green Pass non funziona, creando oltretutto conflitti sociali sempre più aspri nel Paese: non è servito ad incentivare la vaccinazione di massa di cui tanto parlano governo e media.

Secondo il report del governo del premier Mario Draghi al 15 ottobre avrebbero completato la vaccinazione l’81% degli italiani dai 12 anni in su. Invece senza nessuna dose ci sarebbero intorno agli 8 milioni di abitanti (7.958.368 persone in età vaccinabile).
Sono circa 46 milioni le persone che hanno ricevuto almeno una dose di vaccino, un numero pari all’85,26% della platea vaccinabile.

Va comunque ricordato che l’obbligatorietà della certificazione verde è una cosa diversa dall’obbligo di vaccinazione. Se una persona non è vaccinata per qualsiasi motivo può munirsi di Green Pass effettuando un tampone nei centri accreditati (ha validità 48 ore ed ha un costo di 15 euro standard a tampone) o se la persona si è curata recentemente dal Covid e riesce a provarlo.

______________________

~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~[Questo articolo è condiviso dal Comitato Tecnico Libera Informazione (Co.Te.L.I.), che vede la collaborazione di diversi giornalisti e blogger, tra cui le fondatrici Marzia  Chiocchi di Mercurius5.it e Monica Tomasello di CataniaCreAttiva.it, supportati da un team di medici ed avvocati, formatosi con l’unico intento di collaborare per la ricerca e condivisione della Verità sui principali fatti di rilevanza sia nazionale, che europea, che mondiale]

Puoi leggere anche su👇

https://cataniacreattiva.it/crollo-delle-vaccinazioni-grazie-al-green-pass-sicilia-allultimo-posto-i-grafici-che-mostrano-la-situazione/

FONTE: di Paolo Diodati – Affari italiani

La giornata di ieri 26/10/21, è iniziata con una bella notizia. Bella per quell’istinto animalesco che ogni tanto, (quando è troppo, è troppo…) riemerge. Ho letto testualmente “Di Battista e Speranza vengono alle mani in sala stampa”. Poiché dalle foto che si vedono in rete, ci si fa un’idea di un Di Battista alto, sportivo ed ercoluto e di uno Speranza mingherlino e gracilino, ho istantaneamente pensato “Bravo Di Battista… gli ha menato!” Grande delusione per il video: Di Battista, pensando che il poverino potesse chiamare il Pronto Soccorso al solo contatto con un dito dell’urlante apparente picchiatore teneva, prudentemente, le mani dietro la schiena. Quindi niente botte, ma solo insulti e urla.

Di Battista gli strillava di ridursi lo stipendio e Speranza, a corto di argomenti, non poteva che urlargli “fascista!”.  Al che l’aitante mancato picchiatore fascista, non poteva che mettersi quasi a piangere per la rabbia.  Quanti argomenti comici, tragici e tragicomici avranno i posteri, dovuti all’attuale psicopatologia ipocondriaca dei nostri auto illuminati e autonominatisi scienziati di serie A, capeggiati da due campioni conclamati dell’anti scientificità, come Mattarella e Speranza. È tanta la fiducia sull’immunità data dai vaccini che Landini & C, bivaccinati e ovviamente con nazi pass, si sono meravigliati per aver dovuto sottoporsi al tampone, prima di poter parlare con il super protetto Super Mario.

Passiamo a cose che, sembrerebbero, più serie.  Chissà se qualcuno riuscirà mai a far capire a Mattarella la gravità delle sue espressioni riferite a fior di scienziati. Converrebbe inviargli l’elenco delle migliaia di scienziati e professori universitari che hanno firmato richieste inviate all’EMA, per avere risposte ai loro quesiti, senza mai ottenere un minimo di contentino magari con una riga standard “Grazie per le segnalazioni, avrete le risposte appena possibile.” Neanche una parola, perché atterriti dai quesiti a cui non sapevano e non sanno rispondere.

E lui, il super partes, l’arbitro che invece di cercare di comporre le risse (perché, se il sordo presidente non l’avesse capito, siamo alla rissa scientifica oltre che alla prevista guerra civile moderna) mena sempre e, per sua sfortuna (che ben merita) dà botte da orbi a chi ha dimostrato d’avere ragione. Data la sicurezza e il disprezzo indecente che cotanto illuminato presidente dimostra verso le migliaia di scienziati seri e coscienziosi di tutto il mondo firmatari di dichiarazioni e dubbi che, snobbati totalmente oggi, saranno certamente ricordati e citati nel futuro, perché da democratico quale si professa, non fa organizzare un incontro teletrasmesso a reti unificate, tipo Tribuna Vaccinale, per rispondere al fuoco delle domande di alcuni di quegli scienziati a cui lui attribuisce la colpa della deriva antiscientifica in atto in Italia e nel mondo? Conosce l’attuale posizione dei ricercatori del prestigioso Istituto Mario Negri?

Anche loro responsabili della deriva antiscientifica che aumenterà, in seguito ai loro lavori? Solo un pappagallo, può parlare di deriva antiscientifica in atto, senza avere il minimo dubbio sulla posizione davvero antiscientifica che lui passivamente ha subito dall’inizio, imposta da Speranza per bassi e sballati motivi politici (la celebre egemonia culturale della sinistra, ottenibile grazie alla pandemia). E Mattarella ha parlato pochi giorni fa, totalmente a sproposito addirittura a Pisa, all’inaugurazione dell’a.a. 2021-2022, di “deriva antiscientifica” in corso in Italia. E tutti zitti!

La deriva antiscientifica è dovuta anche a eroi e medici-ricercatori pazienti e laboriosissimi come Luca Speciani e Fabio Milani. Entrambi, dopo lo sbandamento generale dell’inizio pandemia, sono stati tra i primi a ridimensionare il numero dei morti per covid e a non perdere d’occhio e non sottovalutare i morti da vaccino e quelli con effetti collaterali non trascurabili. Inoltre hanno curato a domicilio sia i propri pazienti affetti da covid che quelli dei loro colleghi, che non andavano dai propri assistiti, temendo d’essere contagiati, quindi entrando nel sempre più folto gruppo di affetti da psicopatologia ipocondriaca degli scienziati governativi.

Efficace affermazione di Fabio Milani: i medici che non vanno a visitare i loro assistiti, possibili malati di Covid, sono come i bagnini che avendo terrore dell’acqua, non vanno a salvare chi sta affogando. Perché, purtroppo per Mattarella, nella deriva antiscientifica c’è proprio lui, che dovrebbe leggere almeno il sunto degli articoli del filosofo della scienza Ermanno Bencivenga (la scienza è sempre confronto tra posizioni diverse) e ascoltare un altro filosofo, Massimo Cacciari, maestro di buon senso, qui proposto come suo successore, per il bene dell’Italia.

Lui, il presidente che ha permesso la deriva, ostinandosi a tenersi Speranza, nemico del confronto con la seria opposizione scientifica e impuntandosi pure cocciutamente, nella deriva presidenziale, non permettendo elezioni anticipate, anche perché la massa sproporzionata di grillini pesi morti, doveva e deve terminare la legislatura per… non perdere la pensione! Lui, che ha portato il nostro paese a diventare una dittatura sanitaria affetta da psicopatologia, in cui il governo ipocondriaco s’è messo in testa un programma irrealizzabile di terapia preventiva, imponendo vaccini addirittura con sperimentazione incompiuta, oltre che alle rassegnate pecorelle, anche a gente che aveva scelto, e risceglierebbe, persone come Speciani, Milani, Grimaldi ecc… (ormai in rete si trovano pagine e pagine di medici, gruppi e centri specializzati in cure a domicilio, di cui la dittatura ancora imperante non parla)​.

E ora, proprio oggi, è arrivato addirittura Crisanti, con l’ovvia ammissione “Gli Italiani non sono mica stupidi…”. Ovvia, ma anche bomba, per avere finalmente e definitivamente incrinato il fronte dei vaccini a oltranza. Per Crisanti gl’Italiani, di fronte alla terza dose che per alcuni dei veri scienziati di serie A, darebbe la protezione per due mesi, difficilmente seguirebbero i replicanti Speranza, Draghi e Capo, nella loro ipocondriaca terapia preventiva a vita. Dopo che anche Bassetti ha riconosciuto che a) l’immunità naturale è di gran lunga più sicura di quella traballante da vaccino, b) ci sono cure certamente risolutive per il Covid, la resa dei nazi-talebani dell’ipocondriaco governo terapeutico, magari anche con l’aiuto di qualche psichiatra, sembra finalmente, vicina. Alzeranno una grande bandiera bianca, dicendo “Che fatica ma, alla fine, abbiamo vinto! Ai debiti ci penseranno i prossimi governi!”

______________________

[Questo articolo è condiviso dal Comitato Tecnico Libera Informazione (Co.Te.L.I.), che vede la collaborazione di diversi giornalisti e blogger, tra cui le fondatrici Marzia  Chiocchi di Mercurius5.it e Monica Tomasello di CataniaCreAttiva.it, supportati da un team di medici ed avvocati, formatosi con l’unico intento di collaborare per la ricerca e condivisione della Verità sui principali fatti di rilevanza sia nazionale, che europea, che mondiale]

https://cataniacreattiva.it/covid-nobel-e-veri-scienziati-rimasti-inascoltati-dallo-stato-nei-20-mesi-di-pandemonio-appena-trascorsi-e-adessoe-tempo-di-bilanci/

Lunedi 25 Ottobre la puntata di Report su Rai 3 e’ stata dedicata ai danni e le morti da vaccino anti covid 19 . Sotto accusa AstraZeneca, i decessi correlati, le responsabilità della politica, di AIFA e EMA.

QUESTO IL LINK DELLA PUNTATA 👇👇👇👇👇

https://rumble.com/vo8wvn-puntata-report-25-10-21-astrazeneca.html

Questi alcuni dei passaggi più importanti con il relativo minuto del video:

19’45”:

Il racconto della moglie di Stefano Paternó, 43 anni, il militare morto 16 ore dopo il vaccino. Conclusione dei consulenti della procura : nesso causale fra vaccino e decesso.

27’:

Studio su una delle possibili reazioni  avverse da parte di un centro di ricerca tedesco. Il medico afferma che le reazioni che hanno portato all’abbassamento delle piastrine sono sicuramente dovute a una proteina contenuta nei vaccini a vettore virale.

32

EMA ha autorizzato la vaccinazione per gli over 18 pur sapendo che il rischio di episodi trombotici era più alto sotto i 40 anni. Inquietante le dichiarazioni del medico tedesco che afferma “non potevamo sprecare nessuna dose”.

37

In Italia prima AstraZeneca e’ stato raccomandato agli under 55, poi agli under 65, poi sospeso 3 giorni, poi per “uso preferenziale per over 60” e siccome le dosi comprate erano tante, il Generale Figliuolo chiede di allargare l’uso agli over 50. Il CTS risponde il 12 maggio dando il via libera agli open day per tutti i maggiorenni. La Liguria organizza gli open day per gli over 18 perché gli over 60 non si vaccinavano più con astrazeneca. Si prenotano 20.000 persone fino a quando Camilla Canepa muore per emorragia cerebrale dopo la prima dose del vaccino. Nesso causale da vaccino.

Inizia lo scarica barile : il Presidente Toti cita un verbale CTS del 12 maggio che  autorizza gli open day per gli over 18. Il CTS a supporto mette uno studio inglese EMA in cui si parla di 8 morti evitate contro il rischio di 1.1 da vaccino. Peccato che questo dato citato dal CTS vale per la fascia 50-59 anni e non nei giovani. Negli under 30 NON CI SONO DECESSI PER COVID mentre nella vaccinazione sono previsti 2 casi di coaguli ogni 100.000 dosi.

43’:

Anche la regione Sicilia autorizza gli open day ma la politica prende le distanze dicendo che sono state seguite “le indicazioni di AIFA”. Guido Rasi conferma che dallo studio EMA fino ai 40 anni non sarebbe stato auspicabile fare vaccinazioni open day nei giovani con astrazeneca. E allora? Perché?

GUARDATE CON ATTENZIONE LA PUNTATA CLICCANDO SUL LINK ALL’INIZIO DELL’ARTICOLO

Il nubifragio che per ore si e’ abbattuto su Catania ha trasformato le strade della citta’, e in particolare la centralissima via Etnea, in un fiume in piena, e piazza Duomo in un lago.

https://twitter.com/MariaSikula/status/1452970231475933186?ref_src=twsrc%5Etfw%7Ctwcamp%5Etweetembed%7Ctwterm%5E1452970231475933186%7Ctwgr%5E%7Ctwcon%5Es1_c10&ref_url=https%3A%2F%2Fcataniacreattiva.it%2Fsicilia-catania-ciclone-si-trasforma-in-uragano-video-invaso-dalle-acque-il-dipartimento-di-chimica-universitaria-un-uomo-muore-annegato-a-gravina%2F

Il nubifragio che per ore si e’ abbattuto su Catania ha trasformato le strade della citta’, e in particolare la centralissima via Etnea, in un fiume in piena, e piazza Duomo in un lago.

Allagato lo storico mercato della ‘Pescheria’ e invasa anche la fontana da dove emerge per un tratto il fiume sotterraneo Amenano.

https://www.facebook.com/Sikanianetwork/videos/417443836607182/

https://www.facebook.com/irene.longo.378/videos/1239635256549258/

Ad aggravare la situazione anche l’acqua piovana che si riversa in citta’ dai paesi eteni e arriva copiosa su Catania e un blackout elettrico che interessa il centro storico e che ha interessato anche il Municipio.

Alcuni Tweet testimoniano la tragedia in atto:

https://twitter.com/danyg_77/status/1452987645672493059?ref_src=twsrc%5Etfw%7Ctwcamp%5Etweetembed%7Ctwterm%5E1452987645672493059%7Ctwgr%5E%7Ctwcon%5Es1_c10&ref_url=https%3A%2F%2Fcataniacreattiva.it%2Fsicilia-catania-ciclone-si-trasforma-in-uragano-video-invaso-dalle-acque-il-dipartimento-di-chimica-universitaria-un-uomo-muore-annegato-a-gravina%2F

Fiume in piena in via Etnea ed autobus in difficoltà.

Video di LiveSicilia.it: 

https://youtu.be/GKKNvyA1q6s

La tragedia: uomo muore annegato a Gravina di Catania

Un uomo è morto a Gravina di Catania annegato nel fiume in piena creato dal nubifragio che da ore si abbatte sul capoluogo etneo e in provincia. Secondo una prima ricostruzione la vittima sarebbe scesa da una vettura invasa dall’acqua e sarebbe stata travolta. Sul posto sono intervenuti vigili del fuoco, polizia municipale e personale del 118.

https://livesicilia.it/2021/10/26/allerta-rossa-nuova-tempesta-allagamenti-tra-catania-e-messina-live/

15:30 ALLAGAMENTI A SIGONELLASpostamenti in kayak nella base militare, dove un’inondazione ha costretto a evacuare parte degli alloggi.

Allagato anche l’Ospedale di Nesima

Tweet di un cittadino catanese:

https://twitter.com/GioITA2/status/1453006005831360512?ref_src=twsrc%5Etfw%7Ctwcamp%5Etweetembed%7Ctwterm%5E1453006005831360512%7Ctwgr%5E%7Ctwcon%5Es1_c10&ref_url=https%3A%2F%2Fcataniacreattiva.it%2Fsicilia-catania-ciclone-si-trasforma-in-uragano-video-un-uomo-muore-annegato-a-gravina%2F

Gli interventi dei Vigili del Fuoco di Catania.

I vigili del fuoco di CATANIA hanno, fino alle 12.30 di oggi,  eseguito 214 interventi movimentando 429 operatori. Nel dettaglio hanno soccorso complessivamente 61 persone, eseguiti 91 interventi per danni da acqua o dissesto statico e 31 per rimozione di alberi o parti pericolanti.

I VIGILI DEL FUOCO RACCOMANDANO: le persone devono rimanere in casa, chi si trova ai piani bassi cerchi di raggiungere i piani più alti dell’abitazione o degli edifici, dalle scale interne se ce ne sono, senza uscire di casa.

Allerta rossa, nuove previsioni

“Le previsioni non sono delle migliori”, queste le parole di Salvo Cocina, direttore generale della Protezione Civile della Regione Siciliana, che invita tutti alla massima cautela ed attenzione e all’attivazione di tutte le misure di prevenzione, in quanto l’ondata di maltempo non si è ancora conclusa. 

Previsioni di 3Bmeteo per Catania

mercoledì, 27 ottobre: Cieli molto nuvolosi al mattino con deboli piogge, in temporaneo assorbimento nel pomeriggio, ma in ripresa dalla sera, è previsto 1mm di pioggia. Durante la giornata di domani la temperatura massima registrata sarà di 21°C, la minima di 18°C, lo zero termico si attesterà a 2993m. I venti saranno al mattino tesi e proverranno da Est-Nordest, al pomeriggio tesi e proverranno da Est-Nordest. Mare agitato. Allerte meteo previste: vento.

giovedì, 28 ottobre, ARRIVA IL CICLONE MEDITERRANEO, FORTE MALTEMPO: Giornata perturbata con piogge e rovesci diffusi, anche a carattere temporalesco; possibili nubifragi, allagamenti e disagi. Durante la giornata di dopodomani la temperatura massima registrata sarà di 19°C, la minima di 17°C, lo zero termico si attesterà a 3116m. I venti saranno al mattino forti e proverranno da Nordest, al pomeriggio molto forti e proverranno da Nordest. Mare agitato. Allerte meteo previste: pioggia e vento.

Per tutti i dettagli sulle previsioni vai alla sezione 3B

https://www.3bmeteo.com/meteo/catania

Aggiornamento ore 16.00: Il MESSAGGIO DEL SINDACO DI CATANIA SALVO POGLIESE👇

Da ieri la nostra Città vive una drammatica situazione legata alle condizioni meteorologiche che stanno flagellando tutta la parte orientale della Sicilia, eventi eccezionali senza precedenti per violenza e intensità.

Purtroppo un uomo è morto a Gravina, vittima di fenomeni atmosferici estremi che, come a Scordia, ci colpiscono con altri lutti.

Per la gravità della situazione ho disposto, in accordo con il Prefetto, LA CHIUSURA IMMEDIATA DI TUTTE LE ATTIVITÀ COMMERCIALI fino alla mezzanotte di oggi MARTEDÌ 26 OTTOBRE, a eccezione di farmacie, delle attività alimentari e di prima necessità.

Tutti gli uomini e le donne della Protezione Civile con i volontari stanno lavorando per rispondere alle centinaia di chiamate di emergenza, insieme ai Vigili del Fuoco e alle Forze dell’Ordine. Sono tanti i cittadini intrappolati che chiedono interventi di emergenza per lo straordinario livello di forza raggiunto dalla pioggia.

Esorto tutta la popolazione a NON USCIRE DI CASA se non per ragioni di emergenza, perché le strade sono invase dall’acqua. Sono in contatto con la Protezione civile nazionale e nelle prossime ore faremo una riunione con il Prefetto e le altre forze dell’ordine per fronteggiare il disastro di queste ore.”

https://youtu.be/a1IyV5_EQTw

________________________
[Questo articolo è condiviso dal Comitato Tecnico Libera Informazione (Co.Te.L.I.), che vede la collaborazione di diversi giornalisti e blogger, tra cui le fondatrici Marzia  Chiocchi di Mercurius5.it e Monica Tomasello di CataniaCreAttiva.it, supportati da un team di medici ed avvocati, formatosi con l’unico intento di collaborare per la ricerca e condivisione della Verità sui principali fatti di rilevanza sia nazionale, che europea, che mondiale]

Puoi leggere e vedere anche su👇

https://cataniacreattiva.it/sicilia-catania-ciclone-si-trasforma-in-uragano-video-un-uomo-muore-annegato-a-gravina/

FONTE: affaritaliani

Assalto alla Cgil, Castellino inguaia Lamorgese. “Io in piazza? Pec alla questura”. Gli interrogatori degli arrestati per l’assalto alla sede della Cgil a Roma, mettono nei guai la ministra dell’Interno Luciana Lamorgese. Sia l’ex Nar Luigi Aronica che il leader di Forza Nuova Giuliano Castellino, confermano – si legge sul Giornale – che tutte le loro mosse erano state concordate con la polizia. “Ci hanno guidato loro”.

Il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese era a conoscenza della mail certificata inviata dal leader di Forza Nuova a San Vitale? “Non avevo nessun braccialetto – sottolinea Castellino in una nota affidata al suo difensore – né Daspo per le piazze, né divieti specifici. La mia sorveglianza speciale mi imponeva di comunicare alla questura la mia partecipazione a manifestazioni autorizzate. Cosa che ho sempre fatto tramite pec, anche sabato 9 ottobre”.

Castellino – prosegue il Giornale – scrive anche una lettera all’agenzia AdnKronos in cui si difende dalle accuse. “L’assalto alla Cgil? Non sono entrato. Armi e bastoni? Ero a viso scoperto e senza nulla in mano”. Anzi, Castellino sostiene di essere stato colpito da vari oggetti lanciati dalla folla scatenata.

«Volevamo solo chiedere a Landini di proclamare lo sciopero generale. Si, la Cgil la volevano assediare ma da fuori». Versioni che lasciano molti dubbi, visto che la finestra della sede sindacale di Corso Italia viene infranta da Pamela Testa, la «pasionaria» di Fn braccio destro di Fiore e Castellino. Scrive il gip: «Dalle immagini si vede introdursi nei locali della Cgil scavalcando una finestra per poi aiutare altre persone a scardinare il portone di ingresso”.  

Leggi anche:

https://www.imolaoggi.it/2021/10/25/ministra-lamorgese-costretta-a-dimettersi/

_______________________
[Questo articolo è condiviso dal Comitato Tecnico Libera Informazione (Co.Te.L.I.), che vede la collaborazione di diversi giornalisti e blogger, tra cui le fondatrici Marzia  Chiocchi di Mercurius5.it e Monica Tomasello di CataniaCreAttiva.it, supportati da un team di medici ed avvocati, formatosi con l’unico intento di collaborare per la ricerca e condivisione della Verità sui principali fatti di rilevanza sia nazionale, che europea, che mondiale]

Puoi leggere anche su👇

https://cataniacreattiva.it/assalto-alla-cgil-castellino-incastra-la-lamorgese-pec-alla-questura/

26 ottobre 2021 – Comunicato n. 6/2021, Coordinamento 15 ottobre

Lunedì 25 ottobre il Coordinamento ha appreso del rinvio del Consiglio dei Ministri a giovedì prossimo e ribadisce che resta in attesa di una comunicazione formale da parte del Governo, a cui iministro Stefano Patuanelli si è impegnato a riferire nella prossima seduta le richieste scaturite dall’incontro che ha avuto luogo sabato scorso a Trieste, alla presenza del Prefetto. Rendiamo noto, inoltre, che in questi giorni, sono stati continui gli attestati di solidarietà e le richieste di unirsi al nostro Coordinamento15 ottobre che, nato a Trieste, è ormai un progetto noto e riconosciuto in tutta Italia ed anche all’estero. Prosegue da tutte le città italiane e da diverse realtà regionali il sostegno alle nostre comuni rivendicazioni di libertà da regole che, nel nome della pandemia e dell’emergenza sanitaria, impattano negativamente e illegittimamente sulla vita dei lavoratori, degli studenti, delle imprese e di tutti i cittadini. Il Green Pass e l’obbligo vaccinale per tutti i lavoratori che operano in ambito sanitario e sociosanitario, hanno una matrice comune: discriminare e non rispettare la dignità delle persone, né la competenza professionale dei medici.
In attesa dei prossimi sviluppi, comunichiamo di aderire anche alle iniziative di altri gruppi da tempo attivi su questi temi. E, in particolare, al corteo dei lavoratori portuali che oggi dopo una assemblea con Stefano Puzzer, hanno votato per l’iniziativa del giorno mercoledì 27 ottobre, quando, in corteo, partiranno alle ore 9.00 dal “Pane quotidiano” a Domio (Trieste) per dirigersi, sfilando pacificamente, verso l’entrata della SIOT, l’oleodotto europeo, per poi tornare al porto, la casa dei portuali.
Tutti i cittadini italiani, in quello stesso giorno sono invitati ad aderire idealmente al Corteo dei portuali di Trieste, organizzandosi nelle proprie città in un luogo simbolo, significativo, che rappresenti la protesta.
La gente come noi non molla mai!
Coordinamento 15 ottobre

Per scaricare il documento in pdf clicca qui 👇

https://cataniacreattiva.it/wp-content/uploads/2021/10/comunicato-n.6_2021.pdf

https://www.facebook.com/Coordinamento-15-Ottobre-107629848370915

SEGNALAZIONI EVENTI AVVERSI COLLEGATIALL’INOCULAZIONE DEI NON VACCINI ANTI-COVID.

(a cura di Maurizio Bolognetti)

DATI UFFICIALI USA, VAERS, AGGIORNATI AL 15 OTTOBRE 2021

GUARDA IL VIDEO: 👇

https://youtu.be/SHM2FEMwDVU

DATI UFFICISLI EUROPEI, EMA, AGGIORNATI AL 19 OTTOBRE 2021.

VACCINO PFIZER

GUARDA IL VIDEO 👇

https://youtu.be/qtET06v_Dzo

ED E’ SOLO LA PUNTA DI UN ICERBERG

________________________
[Questo articolo è condiviso dal Comitato Tecnico Libera Informazione (Co.Te.L.I.), che vede la collaborazione di diversi giornalisti e blogger, tra cui le fondatrici Marzia  Chiocchi di Mercurius5.it e Monica Tomasello di CataniaCreAttiva.it, supportati da un team di medici ed avvocati, formatosi con l’unico intento di collaborare per la ricerca e condivisione della Verità sui principali fatti di rilevanza sia nazionale, che europea, che mondiale]

Puoi leggere e vedere anche su👇

https://cataniacreattiva.it/vaccini-anti-covid-m-bolognetti-la-strage-silenziata/

25/10/2021

25/10/2021

Si potrebbe dire che è stata una rivoluzione. Il fatto che il ministro Patuanelli, ingegnere civile, ma prestato all’agricoltura nell’ambito di un governo ferino e surreale insieme, abbia incontrato a Trieste il Coordinamento 15 ottobre, ci dice che è ormai impossibile per l’esecutivo e i suoi megafoni mediatici fare finta che chi si oppone al green pass sia una infima minoranza di pazzi negazionisti e di no vax per giunta fascisti.

Il governo è stato costretto a prendere atto che la protesta coinvolge un grande numero di italiani, assai più ampio di quello che si poteva pensare e non più limitato al bacino dei non vaccinati, si tratta dunque di un area che costituisce un interlocutore obbligato. Del resto nell’ultimo mese si è assistito a una crescita esponenziale dei partecipanti alle manifestazioni di protesta contro il green pass, mentre si è verificato una caduta abissale della partecipazioni alle elezioni e per giunta proprio a Trieste si è cominciata a saldare la protesta con le lotte dei lavoratori per il posto di lavoro e per il loro diritti, insomma con le questioni sociali che ormai incombono. In un primo momento si è tentato e si tenta ancora lo sputtanamento della lotta con la gestione intensiva dei fascisti di pronto intervento agli ordini dei servizi nel tentativo di mobilitare contro gli anti green pass i ceti clientelari e parassitari che afferiscono ai partiti di potere, ma ci si è accorti che alla fine quest’area e probabilmente più piccola di quella della protesta e si sta riducendo, man mano che la gente comprende come si voglia far durare la pandemia all’infinito.

Il governo non molla

Certo il governo non molla e del resto Draghi esiste solo per non mollare e gettare il Paese in pasto ai pescecani di varia natura che nuotano attorno all’ambita preda, ma ha fallito, come del resto è accaduto altrove, ma forse più che altrove, nel consolidare l’appoggio alle politiche di eccezione con il pretesto pandemico. A questo punto forse diventa più conveniente fingere un dialogo piuttosto che esercitare sempre e comunque la demonizzazione anche perché a Trieste, ma si potrebbe dire dovunque lungo lo stivale la contestazione del governo sta diventando contestazione di sistema il che cambia completamente la dinamica politico.

Da molti anni il malcontento e le aspirazioni in qualche modo inespresse politicamente da gran parte dell’elettorato sono state assorbite prima dalla falsa lotta tra berlusconismo e prodismo, poi dopo la parentesi montiana si è espressa prima con i Cinque Stelle e poi in parte anche con la  Lega e con la Meloni, ma dopo  le elezioni comunali si è scoperto che queste forze hanno perso la presa su gran parte degli elettori che ne hanno ormai sgamato il doppio gioco e fatto giustizia degli illusionismi da falsa opposizione.

E dall’altra parte sono ormai pochi gli illusi giocatori delle tre carte che chiedono un’inesistente destra ” civile”, un disco rotto fin dai tempi del berlusconismo, ma che ancora gira come un patetico e poso disco rotto. Ma a questo vuoto di opposizione di comodo Draghi cercherà di porre rimedio cercando di ridare fiato ai due cavalli stremati leghisti e fratellisti escludendoli dalla gang band della maggioranza per farli meglio individuare come contrapposti al governo. Questo però è difficile da fare se non si patteggia in qualche modo con la protesta reale la quale rappresenta un’Italia che non ha più nulla a che vedere con quella rappresentata in Parlamento e che sta creando nuove visioni politiche e una nuova dinamica di scontro.

E’ possibile che si stiano creando logiche del tutto inedite rispetto a quelle tradizionali che oppongono alla galassia di potere delle corporazioni e delle lobby a cui la gran parte della politica costituta è subalterna, coloro che rifiutano le imposizioni anticostituzionali, del resto ormai del tutto ingiustificate come attesta anche l’Istituto superiore di sanità , ma che nel fare questo portano avanti le istanze di una nuova equità sociale. Ed ecco che la cupola capital globalista nel tentativo di cancellare la democrazia, sta favorendo una rinascita della politica liberandola dalla pelle morta di partiti e posizioni che non rappresentano più nulla. Non si tratta solo di dissenso rispetto ai metodi ingannevoli con cui si tenta di piegare le persone con paure create ad arte, il dissenso è verso un sistema dove tutto questo può accadere e non a caso i fatti di trieste e ciò che accade in Italia cominciano a fare notizia dovunque. In qualunque modo si evolverà la situazione questo germe non potrà più essere cancellato.

Fonte: Immagini di Catania CreAttiva, Testo di Semplicissimus2

https://ilsimplicissimus2.com/2021/10/25/la-protesta-dalla-cronaca-alla-storia/amp/

_______________________

[Questo articolo è condiviso dal Comitato Tecnico Libera Informazione (Co.Te.L.I.), che vede la collaborazione di diversi giornalisti e blogger, tra cui le fondatrici Marzia  Chiocchi di Mercurius5.it e Monica Tomasello di CataniaCreAttiva.it, supportati da un team di medici ed avvocati, formatosi con l’unico intento di collaborare per la ricerca e condivisione della Verità sui principali fatti di rilevanza sia nazionale, che europea, che mondiale]

Puoi leggere anche su👇

https://cataniacreattiva.it/la-protesta-dalla-cronaca-alla-storia/

LA VERITÀ FA MALE! MA LA RAI DOVRÀ FARSENE UNA RAGIONE DINANZI ALLE DICHIARAZIONI DI ALCUNI OSPITI CHE, IN DIRETTA TELEVISIVA, CONFERMANO CIÒ CHE I MEDICI DI COSCIENZA HANNO SEMPRE DETTO, RIGUARDO AL SIERO SPERIMENTALE…”DOPO LA VACCINAZIONE CI SI PUÒ AMMALARE E ESSERE CONTAGIOSI”. TUTTO STA VENENDO SEMPRE PIÙ VELOCEMENTE A GALLA!!! FREEDOM💫

Sono positivo al Covid-19, in verità non sto benissimo. L’ho scoperto stamattina, devo stare molto, molto attento e devo stare in quarantena con mia figlia”. Ha esordito così Ed Sheeran aprendo il collegamento in diretta con Fabio Fazio nella puntata di Che Tempo Che Fa di ieri domenica 24 ottobre. La notizia della sua positività è arrivata proprio in un momento in cui il Regno Unito sta affrontando un aumento di casi che potrebbero portare a nuove strette nel Paese.

Il cantantautore britannico ha quindi spiegato che “sono anche vaccinato, sono imbarazzato e sto malissimo. Per questo, anche se non dovrei vergognarmi perché succede a migliaia di persone ogni giorno, voglio dire che è una cosa a cui dobbiamo stare davvero attenti. Mia moglie non c’era e non è positiva, lei starà altrove, non vogliamo che stia male anche lei, le ho detto di farsi dei bei bagni, tornerà tra 10 giorni. Siamo positivi io e la bambina, staremo 10 giorni insieme da soli, è una cosa meravigliosa, non l’ho mai vista così a lungo, stavo due giorni e poi andavo via. Mia figlia e io stiamo bene insieme, il frigorifero è pieno e non facciamo altro che mangiare“, ha quindi scherzato Ed Sheeran.

Ed Sheeran si è scusato con il pubblico di Rai 3

“Mi dispiace non essere lì con voi, c’era già la macchina pronta (il cantante avrebbe dovuto essere presente nello studio di Che Tempo Che Fa, ndr), ho fatto il test, il tampone e me ne sono accorto stamane. Spero di tornare a Natale e ogni giorno faccio una lezione di italiano. Adoro l’Italia e ho una casa qui, siamo entusiasti dell’Italia, è un luogo meraviglioso e con la famiglia cerchiamo di venirci il più possibile”, ha concluso.

______________________
[Questo articolo è condiviso dal Comitato Tecnico Libera Informazione (Co.Te.L.I.), che vede la collaborazione di diversi giornalisti e blogger, tra cui le fondatrici Marzia  Chiocchi di Mercurius5.it e Monica Tomasello di CataniaCreAttiva.it, supportati da un team di medici ed avvocati, formatosi con l’unico intento di collaborare per la ricerca e condivisione della Verità sui principali fatti di rilevanza sia nazionale, che europea, che mondiale]

Puoi leggere anche su👇

https://cataniacreattiva.it/ancora-imbarazzo-in-rai-a-che-tempo-che-fa-il-cantautore-ed-sheeran-dichiara-sono-vaccinato-e-ho-il-covid/

24 ottobre 2021 (di Davide Donateo, Fonte: Database Italia)

Un’orribile videoconferenza (video sotto) dall’interno della Cina è stata intercettata da fonti di intelligence e in essa, i capi del Partito Comunista Cinese (PCC) discutono del futuro degli Stati Uniti dopo la distribuzione del vaccino: “Tutti coloro che hanno preso il vaccino sono morti che camminano” dicono.

Il segmento trapelato della videoconferenza intercettata inizia con il capo del PCC che ha organizzato la videoconferenza che dice agli altri partecipanti “Ciò che il PCC vuole di più è che le truppe statunitensi vengano vaccinate”.

L’oratore prosegue dicendo: “Una volta vaccinati, l’esercito americano crollerà e il PCC trionferà”.

La conversazione continua con l’oratore principale che dice: “Dopo che le truppe statunitensi saranno vaccinate, vi dico, la vaccinazione contro il virus del PCC sarà sostanzialmente vicina alla fine”.

Continua “Quando la società d’élite degli Stati Uniti, a causa della paura della morte, della mancanza di fede, e perché questi politici canaglia, di basso livello, opportunisti, intendevano eludere le responsabilità; specialmente quando Wall Street, le celebrità di Hollywood, la Casa Bianca e le truppe saranno vaccinate, posso assicurarvi che non ci saranno problemi a sconfiggerli”.

Continua ” La vaccinazione sta per finire. Coloro che stanno spingendo la vaccinazione dietro le quinte, probabilmente avranno raggiunto i loro obiettivi”.

Poi scandalosamente nello stesso video, sotto, parlano di . . . UN ANTIDOTO?!?!?!?

“La vaccinazione non verrà più spinta e l’ANTIDOTO sarà sicuramente offerto”.

A questo punto, uno dei partecipanti alla videoconferenza, scioccato, interrompe e chiede “Spunterà l’antidoto?” e un altro entra chiedendo “A cosa serve l’antidoto?”

Il principale relatore in videoconferenza risponde “Non è per curare i danni portati dai vaccini, è per impedirti di trasmettere il virus, invece che un rimedio per i vaccini”.

Poi non elemosina schiettezza : “Chi è stato vaccinato è condannato a morte. L’antidoto per i vaccini è ancora nelle mani del PCC. Dal momento che il PCC vuole che tu muoia, come potrebbero offrire l’antidoto a te, il Lao Baixing della Cina?”

Il segmento trapelato termina bruscamente lì.

L’intercettazione video trapelata è stata resa pubblica da Jarome Bell.

Il repubblicano Jarome Bell, è in corsa nel secondo distretto congressuale della Virginia. Venerdì ha twittato: “Controlla tutti i 50 stati. Arrestate tutte le persone coinvolte. Condannare tutte le persone coinvolte. Esecuzione per i coinvolti. #MaricopaCountyFraud.”

Bell, che ha prestato servizio nella Marina come sottufficiale capo per 27 anni, si candida come candidato conservatore “America First” nel distretto swing suburbano che comprende l’area di Virginia Beach, secondo il sito web della sua campagna. La democratica Elaine Luria rappresentava attualmente il distretto.

Bell ha caricato il video su Twitter. Letteralmente pochi minuti dopo aver rivelato la videoconferenza intercettata dall’interno della Cina, l’account Twitter di Bell è stato sospeso in modo permanente.

Un contatto dell’intelligence all’interno di Twitter è stato in grado di accedere all’account dall’interno di Twitter e di acquisire la schermata del tweet e del video, inviandocelo di nascosto.

https://cataniacreattiva.it/wp-content/uploads/2021/10/IMG_2958.mov

FONTE: 👇👇👇👇👇

https://www.databaseitalia.it/i-capi-del-partito-comunista-cinese-discutono-dellimpatto-del-vaccino-sulle-forze-militari-usa-tutti-quelli-che-hanno-fatto-il-vaccino-sono-morti-video/

Puoi leggere e vedere anche su👇