LA RIVISTA SCIENTIFICA “CIRCULATION RESEARCH”SUI VACCINI: “AUMENTANO IL RISCHIO DI INFARTO”

1 Dicembre 2021 – Redazione Co.Te.Li

La prestigiosa rivista CIRCULATION ha recentemente pubblicato mediante abstract i risultati preliminari di uno studio condotto presso l’International Heart and Lung Institute di Palm Springs in California; l’articolo evidenzia come i vaccini a mRNA per Covid-19 possano notevolmente aumentare il rischio di sindrome coronarica acuta.

Lo studio è stato condotto utilizzando il PLUS Cardiac Test; una misurazione clinicamente convalidata di più biomarcatori proteici che genera un punteggio che prevede il rischio a 5 anni (probabilità percentuale) di una nuova sindrome coronarica acuta (SCA). Il punteggio si basa sui cambiamenti rispetto alla norma di più biomarcatori proteici.

PULS


L’elevazione al di sopra della norma aumenta il punteggio PULS, mentre la diminuzione al di sotto della norma riduce il punteggio PULS. Il punteggio è stato misurato ogni 3-6 mesi nella nostra popolazione di pazienti per 8 anni. Recentemente, con l’avvento dei vaccini mRNA COVID 19 di Moderna e Pfizer, nella maggior parte dei pazienti sono emersi cambiamenti drammatici nel punteggio PULS.

Questo rapporto riassume questi risultati. Lo studio ha coinvolto 566 pazienti, uomini e donne in egual misura di età compresa tra 28 e 97 anni, già arruolati in uno studio di cardiologia preventiva, a cui è stato eseguito un nuovo test PULS da 2 a 10 settimane dopo la seconda dose di vaccino mRNA per COVID-19 ed è stato confrontato con il precedente punteggio PULS avuto nei 3-5 mesi precedenti alla vaccinazione.

I vaccini a mRNA aumentano notevolmente l’infiammazione sull’endotelio

Le variazioni del punteggio emerse hanno determinato un aumento del punteggio PULS dall’11% al 25% di rischio di sindrome coronarica acuta a 5 anni. Al momento di questo rapporto, questi cambiamenti persistono per almeno 2,5 mesi dopo la seconda dose di vaccino. Concludiamo che i vaccini a mRNA aumentano notevolmente l’infiammazione sull’endotelio e l’infiltrazione di cellule T del muscolo cardiaco e possono spiegare le osservazioni di aumento della trombosi, cardiomiopatia e altri eventi vascolari successivi alla vaccinazione.

FONTI: Leggi anche:

➡️https://www.facebook.com/adhocnewsitalia

➡️https://www.ahajournals.org/doi/10.1161/circ.144.suppl_1.10712

_______________________
[Questo articolo è condiviso dal Comitato Tecnico Libera Informazione (Co.Te.L.I.), che vede la collaborazione di diversi giornalisti e blogger, tra cui le fondatrici Marzia  Chiocchi di Mercurius5.it e Monica Tomasello di CataniaCreAttiva.it, supportati da un team di medici ed avvocati, formatosi con l’unico intento di collaborare per la ricerca e condivisione della Verità sui principali fatti di rilevanza sia nazionale, che europea, che mondiale]

Puoi leggere anche su 👇

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *