SERGIO COFFERATI: IL NUOVO PICCOLO DITTATORE E LA SUA VISIONE SANITARIA.

28 Novembre 2021 – Redazione Co.Te.LI

OGGI ABBIAMO DECISO DI MOSTRARE IL VOLTO DI ALTRI PICCOLI MISERABILI, BACIAPILE, INETTI, MESCHINI, ABIETTI, IGNOBILI, INFAMI, INDEGNI, SPREGEVOLI…LASCIO A VOI, CARI LETTORI, LA SCELTA DI ALTRA ED ECCELSA TERMINOLOGIA CALZANTE, AI FINI ESPLICATIVI DI UNA DESCRIZIONE DEL SOGGETTO, CHE SIA TRA LE PIU’EFFICACI….LEGGETE LE DICHIARAZIONI RILASCIATE DA SERGIO COFFERATI, IL SINDACALISTA CHE STARA FACENDO RIVOLTARE NELLA TOMBA IL GRANDE GIUSEPPE DI VITTORIO, UNO DEI PADRI DEL SINDACALISMO ITALIANO, NONCHÉ FONDATORE DELLA CGIL.

INTANTO….REPETITA IUVANT!!!! SVEGLIAAAAA!!!

Il green pass serve a poco, la strada è quella del vaccino obbligatorio. A spingere e a pressare il Governo per dare una svolta alla campagna contro il Covid è Sergio Cofferati, ex segretario generale della Cgil e europarlamentare del Pd dal 2009 al 2019. Il sindacalista spinge per arrivare ad una legge che imponga a tutti il vaccino: “Considero il green pass uno strumento utile, ma nulla di più. Il vero problema non risolto, e bisognerebbe fare in fretta nel trovare una soluzione, è quello dell’obbligo vaccinale. Ci vuole una legge che costringa tutti ad essere vaccinati. Io sono vaccinato (davvero? E con cosa?) e non rappresento un pericolo per nessuno” Tutto da dimostrare! E sicuramente per quello che dici si!

La persona non vaccinata è un pericolo che gira, nei bar, nei ristoranti, nei luoghi di lavoro, non si capisce per quale ragione questo pericolo non debba essere affrontato e risolto. E non lo risolvi con il green pass, che stimola alla vaccinazione, ma non è la chiave risolutiva del problema. Non credo che i non vaccinati siano pochi. Adesso tra i vaccinati si ricomincerà a vaccinare i più fragili, quindi il numero di chi è a rischio tra chi deve fare la terza dose, quelli che non hanno fatto nulla è molto alto. Con il green pass si stimola a risolvere qualcuno di questi a risolvere il suo problema, che diventa il problema della comunità e dall’altra parte non si arriva alla conclusione. L’unica conclusione certa – conclude Cofferati – è la legge”.

CLICCA SUL LINK PER VEDERE E ASCOLTARE L’ INTERVENTO DI COFFERATI ⤵️⤵️⤵️

https://www.la7.it/tagada/video/cofferati-per-convincere-gli-anziani-a-vaccinarsi-si-agisca-sullassistenza-24-11-2021-410379

______________________

[Questo articolo è condiviso dal Comitato Tecnico Libera Informazione (Co.Te.L.I.), che vede la collaborazione di diversi giornalisti e blogger, tra cui le fondatrici Marzia Chiocchi di Mercurius5.it e Monica Tomasello di CataniaCreAttiva.it, supportati da un team di medici ed avvocati, formatosi con l’unico intento di collaborare per la ricerca e condivisione della Verità sui principali fatti di rilevanza sia nazionale, che europea, che mondiale]

Puoi leggere anche su👇

https://cataniacreattiva.it/sergio-cofferati-il-nuovo-piccolo-dittatore-e-la-sua-visione-sanitaria/

UNO SPREGEVOLE MARIO MONTI ALL’ATTACCO DELLA DEMOCRAZIA, CON IL COMPIACIMENTO DEI CONDUTTORI [VIDEO]

28 Novembre 2021 – Redazione Co.Te.Li

È a dir poco inquietante l’affermazione del senatore Mario Monti: «Bisogna trovare delle modalità meno democratiche nella somministrazione dell’informazione, in una situazione di guerra si devono accettare delle limitazioni alle libertà».

Primo: non siamo in guerra.
Secondo: l’informazione in Italia non risulta essere tra le prime posizioni riguardo la libertà di stampa. Terzo: che un senatore della Repubblica italiana sostenga la censura nell’informazione dove esiste già un’unica narrativa, quella governativa, riguardo politica e pandemia, è davvero sconcertante e fa capire anche ai più scettici la deriva totalitaria che ha preso il nostro Paese, con la complicità di tv, radio e giornali. Non aggiungiamo altre parole, se non esprimere tutto lo schifo possibile e il ribrezzo profondo, provato nei confronti dei due giornalisti, tra i più venduti e servi.

CLICCATE SUL LINK PER VEDERE E ASCOLTARE L’INTERVISTA A MARIO MONTI ⤵️⤵️⤵️ DOPO LA PUBBLICITÀ

https://www.la7.it/in-onda/video/covid-monti-bisogna-trovare-delle-modalita-meno-democratiche-nella-somministrazione-dellinformazione-27-11-2021-411017

______________________
[Questo articolo è condiviso dal Comitato Tecnico Libera Informazione (Co.Te.L.I.), che vede la collaborazione di diversi giornalisti e blogger, tra cui le fondatrici Marzia Chiocchi di Mercurius5.it e Monica Tomasello di CataniaCreAttiva.it, supportati da un team di medici ed avvocati, formatosi con l’unico intento di collaborare per la ricerca e condivisione della Verità sui principali fatti di rilevanza sia nazionale, che europea, che mondiale]

Puoi leggere anche su👇

UDITE UDITE: IL PROF. GALLI E I DUBBI SUL VACCINO. ECCO COSA HA DETTO IN DIRETTA TV. SILENZIO IN STUDIO

27 Novembre 2021 – Redazione Co.Te.li

STA CADENDO MISERAMENTE UN’ALTRA MASCHERA? Adesso anche il professor Massimo Galli lo ammette: “La terza e la quarta dose potrebbero non bastare”. Il direttore delle Malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano parla nel corso della trasmissione “Agorà weekend” in onda su Rai 3 e precisa che, in alcuni casi, il vaccino potrebbe non bastare. Nemmeno dopo la terza o la quarta dose. “Anche una quarta dose di vaccino potrebbe non bastare – ha detto il medico nel corso del collegamento – Per questo c’è bisogno di strategie alternative al vaccino”.

È la prima volta che Galli fa un’affermazione del genere, facendo cadere una vera e propria doccia fredda in testa ai vaccinisti e al governo. Sarà forse perché ormai è evidente che la strategia vaccinale sta facendo acqua da tutte le parti? In Austria, dopo il lockdown imposto solo ai non vaccinati i contagi sono raddoppiati. In Italia, l’ultimo bollettino dell’Iss attesta un incremento vertiginoso di contagi e ospedalizzazioni proprio tra i vaccinati. Per Galli anche, quindi, è ormai chiaro che serve qualcosa di diverso. “Una di queste strategie alternative -è la pillola di cui si sta parlando in questi giorni”.


E NON CHE LA PILLOLA POTRÀ ESSERE PIÙ SALUTARE DEL VACCINO, MA UNA COSA È CERTA…VI STATE RENDENDO CONTO CHE È IN CORSO UNA VERA E PROPRIA SPERIMENTAZIONE SULL’UOMO? E VOI, SARETE ANCORA DISPOSTI A FAR VIOLARE IL VOSTRO CORPO ( CHE GLI ANTICHI CHIAMAVANO SACRO TEMPIO) PER I CAPRICCI DI QUESTI MASSONI? SIERE PROPRIO CONVINTI E CONTENTI DI SOTTOPORVI A TORTURE CHIMICHE, SENZA COMPRENDERE, ANCORA, DOVE VOGLIONO ARRIVARE? SANTA PAZIENZA PENSACI TU!


La pillola di cui parla Galli è l’ormai nota Merck. Anche se l’efficacia della pastiglia antivirale molnupiravir, prodotta da Merck e Ridgeback Biotherapeutics, potrebbe essere minore di quanto inizialmente stimato. È quanto emerge dai risultati dello studio Move-Out. I nuovi dati indicano che la pillola consentirebbe una riduzione del rischio relativo di ricovero o morte per Covid del 30%. Mah! In un’analisi condotta in precedenza nello stesso trial, era emerso un dimezzamento del rischio (48%) in seguito all’assunzione del farmaco. 

Ad ogni modo, quel che è interessante sottolineare è che se anche il professor Massimo Galli, uno dei VAX STAR più presenti in radio, tv e giornali, che ha promosso ossessivamente la vaccinazione di massa, adesso lancia un allarme di questo tipo, vuol dire che, dopo bugie su bugie, si finisce per dire DOVEROSAMENTE, la verità! E il governo che dice? Procede dritto per la sua strada. Perché è ormai chiaro che non si tratta più di scienza e medicina…..

MA DI SPERIMENTAZIONE SULL’UOMO!

________________________

[Questo articolo è condiviso dal Comitato Tecnico Libera Informazione (Co.Te.L.I.), che vede la collaborazione di diversi giornalisti e blogger, tra cui le fondatrici Marzia  Chiocchi di Mercurius5.it e Monica Tomasello di CataniaCreAttiva.it, supportati da un team di medici ed avvocati, formatosi con l’unico intento di collaborare per la ricerca e condivisione della Verità sui principali fatti di rilevanza sia nazionale, che europea, che mondiale]

Puoi leggere anche su👇

SUPER GREEN PASS: UNO STRAORDINARIO MARIO GIORDANO, INSIEME A MEDICI E VIROLOGI CHE STANNO FACENDO MARCIA INDIETRO, ASFALTA LA POLITICA E I SUOI BURATTINI

25 Novembre 2021 – Redazione Co.Te.Li

UN INIZIO DI PUNTATA ECCELLENTE QUELLO DEL GIORNALISTA MARIO GIORDANO NELLA SUA TRASMISSIONE “ FUORI DAL CORO” CHE, NELL’INTERVENTO DI APERTURA, HA LETTERALMENTE ASFALTATO L’OPERAZIONE GREEN PASS DEL CAPPELLAIO MATTO (DRAGHI) DELLA MASSONERIA GLOBALE, CHE LO HA PREPARATO, IN ANNI, ALLO SCOPO, RENDENDOLO MADIDO, ZUPPO E INTRISO DI CATTIVERIA AL CIANURO, PER AGIRE COME UNO SCHIZOFRENICO PAZZOIDE, MA DALL’ASPETTO FREDDO E INESPRESSIVO.

“A BRUTTIII…”GRIDAVA ALBERO SORDI NEL FILM “ IL CONTE MAX” (1957). IL VASO DI PANDORA SI STA SVUOTANDO E QUALCUNO CHE FINO AD OGGI VI HA SOSTENUTO, SI STA ALLINTANANDO! IL DADO È QUASI TRATTO!!

ECCO IL VIDEO DI MARIO GIORNANO. CLICCA SUL LINK PER GUARDARE ⤵️⤵️⤵️

https://rumble.com/vps3pf-super-green-pass-uno-straordinario-mario-giordano-a-fuori-dal-coro.html

______________________

[Questo articolo è condiviso dal Comitato Tecnico Libera Informazione (Co.Te.L.I.), che vede la collaborazione di diversi giornalisti e blogger, tra cui le fondatrici Marzia  Chiocchi di Mercurius5.it e Monica Tomasello di CataniaCreAttiva.it, supportati da un team di medici ed avvocati, formatosi con l’unico intento di collaborare per la ricerca e condivisione della Verità sui principali fatti di rilevanza sia nazionale, che europea, che mondiale]

Puoi leggere e guardare anche su ⤵️

REPORT ATTACCA L’AIFA. “CONOSCEVA GLI EFFETTI AVVERSI DI ASTRAZENECA. ECCO CHE COSA HA HA TACIUTO PER DUE MESI” [VIDEO DI PUNTATA]

24 Novembre 2021 -Redazione Co.Te.Li

Report, nella puntata di lunedì 22 novembre, ha nuovamente affrontato il caso AstraZeneca e gli effetti avversi” coma la Vitt (trombosi con trombocitopenia indotta dal vaccino). Claudia Di Pasquale, con la collaborazione di Giulia Sabella e Cecilia Andrea Bacci, è tornata quindi sulla questione del siero anglo-svedese con i suoi rari e inusuali effetti collaterali ed è ripartita da chi per primo ha cercato e individuato i pericolosi anticorpi anti-PF4.

A SEGUIRE I 30 MINUTI DI PUNTATA DEDICATI ALL’INCHIESTA ⤵️


Si tratta di Andreas Greinacher, l’immunologo tedesco di fama mondiale che già il 20 marzo scorso aveva tenuto una conferenza stampa internazionale per condividere le sue scoperte su come riconoscere i sintomi e come trattare i pazienti colpiti da questa sindrome. “Ma cosa è successo in Italia?”, si chiede Report. “Chi si è trovato davanti un paziente colpito da Vitt ha saputo sempre riconoscere i sintomi?”.


E poi, se si sapeva del rischio e si sapeva come trattarlo, perché nessuno è intervenuto subito? “Dal 20 marzo si sapeva che le reazioni avverse dopo la prima dose di AstraZeneca colpivano le donne sotto i 55 anni e il professor Andreas Greinacher aveva anche scoperto come diagnosticarle e trattarle. Ha individuato i pericolosi anticorpi anti-PF4 e che gli eventi avversi potevano essere trattati con immunoglobulina“, ha detto il conduttore Sigfrido Ranucci. Perché queste informazioni allora sono state diramate da Aifa dopo due mesi? Il problema è che nel frattempo ci sono stati gli Open Day – le giornate vaccinali aperte a tutti – compreso quello a cui partecipò Camilla Canepa, la ragazza morta poi proprio a causa della vaccinazione, vicenda per la quale fu sospesa e poi rivista la somministrazione del vaccino AstraZeneca.

IL SISTEMA PIANO PIANO STA CROLLANDO…

________________________

[Questo articolo è condiviso dal Comitato Tecnico Libera Informazione (Co.Te.L.I.), che vede la collaborazione di diversi giornalisti e blogger, tra cui le fondatrici Marzia  Chiocchi di Mercurius5.it e Monica Tomasello di CataniaCreAttiva.it, supportati da un team di medici ed avvocati, formatosi con l’unico intento di collaborare per la ricerca e condivisione della Verità sui principali fatti di rilevanza sia nazionale, che europea, che mondiale]

Puoi leggere e vedere anche su👇

ADRIANO CELENTANO E IL DURO ATTACCO ALL’INFORMAZIONE. “I CONDUTTORI? RESPONSABILI DI ODIO”

22 Novembre 2021 – Redazione Co.Te.Li

Adriano Celentano torna a far discutere, attraverso un post su Instagram. Il cantante nel suo lungo discorso attacca “certi conduttori tv” che ritiene “responsabili dell’odio che c’è nelle strade”. Il molleggiato, poi, definisce gli stessi degli “Ignoranti”. L’argomento cruciale che ha scaturito la sua ira è il Covid e le ospitate di virologi e altre personalità nei vari talk televisivi.

Adriano Celentano attacca: “I responsabili di odio sono i conduttori Tv. Degli ignoranti”

ECCO COSA HA SCRITTO:⤵️

“Dal comando supremo di Provocata-Pandemia è stato emesso un nuovo BOLLETTINO di GUERRA, il quale ci informa che il vero pericolo dei contagi, oggi come oggi, sembra non dipendere tanto dal Virus, quanto da certi INSIDIOSI – ESSERI chiamati CONDUTTORI. Bestie docili al vedersi, ma i loro artigli sono a dir poco MICIDIALI. Essi si presentano come OSPITI sotto forma di esseri umani pronti a distribuire la loro rabbia (molto spesso con la bava alla bocca) nei vari Talk show” –

L’attacco, tra le righe, a luca Telese

Il molleggiato poi attacca una persona in particolare senza fare il nome: “Il capostipite di questi distributori di ODIO, non voglio fare il nome altrimenti non viene radiato, è un tipo grassottello coi baffi non sempre tagliati bene… individui chiamati apposta per parlare sopra a chi (con pacatezza) dice cose sensate, in modo che L’onda NERA dell’ODIO sgorghi come un fiume in piena nelle case degli italiani. Ma i veri responsabili di questo grave INNESTO che sta mettendo a dura prova la pazienza degli italiani, sono i Conduttori. Andrebbero licenziati – TUTTI in TRONCO – sia maschi che femmine”.

“Non ci vuole tanto per capire che sono proprio loro i MAGGIORI RESPONSABILI di tutto questo ODIO che invade le strade. È chiaro che non lo fanno apposta. La loro è solo PURA ignoranza. PERICOLOSA, ma ignoranza. E io che sono il Re ne conosco bene la materia. Ma loro no. Perché ignorano completamente il fatto che per condurre una trasmissione ci vuole COMPETENZA. Poveri ignoranti che non siete altro… è questa la vostra disgrazia”.

Adriano Celentano sul caso delle minacce a Bassetti

Il molleggiato nel lungo post si sofferma sulle minacce di morte ricevute da Bassetti e scrive: “Non avete ancora capito che il Conduttore non è quello che aizza, interrompe, non fa parlare e prende le difese dell’amico di chi ti da lo stipendio. Il vero Conduttore non è di parte e non ha paura di essere licenziato. Il vero Conduttore è il bravo prete di campagna amico, sia di chi si – VACCINA – e in egual MISURA di chi – NON si VACCINA. Ecco perché, sempre di più, sto maturando l’idea di tornare in televisione. Perché la vostra non è televisione. La vostra è solo un misero schermo scolorito, pieno di voi stessi. Per fare televisione bisogna essere ROCK.. e voi purtroppo siete LENTI.. Come LENTI sono quei pazzi che hanno minacciato di morte Bassetti. Noooo ragazzi!!! Non avete capito un CA**O e mi scuso per il Ca**o ma ormai l’ho scritto… purtroppo siete fuori moda e non capisco come non vi entri in mente che nessuna battaglia può essere vinta con la violenza”.

Come fate a non capire che la violenza UCCIDE chi la fa… non chi la subisce… Chi la subisce al massimo muore. Ma chi la fa, vive in uno stato di continua SOFFERENZA... Perché dal momento che uccide, la MORTE ce l’avrà nel CUORE.. Ma voi, potete rimediare… se volete… Sarebbe una SACROSANTA lezione di Rock a tutto il mondo politico e non…” Firmato “L’Inesistente”. 

Adriano Celentano: “Grassottello coi baffi non è riferito a Maurizio Costanzo”

All’indomani del post publicato su Instagram, Adriano Celentano fa un’importante precisazione. Qualcuno ha pensato che il molleggiato in un certo qual modo facesse riferimento, nel suo discorso, a Maurizio Costanzo. Celentano precisa: Caro Costanzo, detto anche Maurizio il grande! Quando parlavo del grassottello coi baffi non sempre tagliati bene, non mi riferivo a te. Tu, anche quando attacchi non sei mai arrogante! Sai come sono i giornalisti, a volte non capiscono…”.

________________________
[Questo articolo è condiviso dal Comitato Tecnico Libera Informazione (Co.Te.L.I.), che vede la collaborazione di diversi giornalisti e blogger, tra cui le fondatrici Marzia  Chiocchi di Mercurius5.it e Monica Tomasello di CataniaCreAttiva.it, supportati da un team di medici ed avvocati, formatosi con l’unico intento di collaborare per la ricerca e condivisione della Verità sui principali fatti di rilevanza sia nazionale, che europea, che mondiale]

Puoi leggere anche su👇

https://cataniacreattiva.it/adriano-celentano-e-il-duro-attacco-allinformazione-i-conduttori-responsabili-di-odio/

SCHILIRO’/BASSETTI. IL PROF. NON REGGE IL CONFRONTO

18 Novembre 2021 – Marzia MC Chiocchi – Redazione Co.Te.Li

Un’altra becera pagina televisiva e’ andata in onda ieri sera su la 7 a “ NON È L’ARENA”. Ta gli ospiti NANDRA SCHILIRO’, vice questore sospeso di Roma che, durante la sua intervista, ha parlato di reati commessi da Governo e istituzioni contro LIBERTÀ’, DEMOCRAZIA È COSTITUZIONE, di cui il più grave e’ l’introduzione del Green Pass.

A far da cornice al dibattito, i classici onnipresenti e sopra le righe kapo’ di nuova generazione LUCA TELESE e MATTEO BASSETTI, quest’ultimo virus star, la cui professionalità è cosi proiettata verso le ospitate televisive e il marketing farmaceutico, da farci porre domande e dubbi su quanto tempo possa dedicare ai pazienti ricoverati nelle corsie del suo reparto. Un dibattito, in cui la dott.ssa Schiliro’, ha saputo tener testa a tutti con serenità, calma e centratura, non andando andando MAI fuori tema, nel contrapporsi al pensiero unico di regime dei presenti, eccezion fatta per il senatore GIANLUIGI PARAGONE. Ricordiamo che A far da cornice al dibattito, tra gli altri, il Neo Kapo’…ncello Luca Telese e Gianluigi Paragone.

Ricordiamo che, Alessandra Schiliro’, è stata sospesa dal lavoro per le sue posizioni contro il siero sperimentale, spacciato per vaccino, e il Green Pass, strumento senza alcun valore sanitario, imposto per ricattare il popolo italiano, ed escluderlo da alcuni ambiti della vita sociale. Meschino il tentativo di BASSETTI “CORONABUSTER” (acchiappa virus), come si è definito nei giorni scorsi, indossando una maglietta con questa scritta, di alzare la voce contro NANDRA, che si è mostrata rispettosa e molto preparata nello smontare le affermazioni granitiche di BASSETTI VIRUS STAR.

Il CORONABUSTER Matteo Bassetti 😱



La leader del movimento “ VENERE VINCERÀ”, composto da migliaia di donne consapevoli su dove il mondo globale e i suoi burattini ci vogliono portare, ha ribadito come Il Ministero della Salute, pur a conoscenza del fatto che i soggetti vaccinati fossero vettori di contagio, ha consentito loro di essere esentati da controlli eseguiti con tampone, in violazione della Risoluzione 2383/21 paragrafo 8 del Consiglio D’Europa, che nega la possibilità che i vaccinati possano beneficiare di esenzioni da restrizioni in essere. E ha aggiunto:

“Su questa situazione pochi giorni fa è intervenuto il Garante per la Protezione dei Dati personali, richiamando la necessità del rispetto della Risoluzione 2361/21 del Consiglio D’Europa sul divieto d’obbligo vaccinale contro il COVID, di imporre pressioni su coloro che non intendono vaccinarsi e sulla proibizione di discriminarli. Entrambe le Risoluzioni meritano rispetto, al punto che lo stesso Garante finisce per negare la natura di misura sanitaria al Green pass in ragione – tra l’altro – dell’assenza di controlli nel periodo di validità dello stesso”

La dott. ssa Schiliro’ ha poi concluso:

La normativa Europea ha prevalenza sulla normativa italiana, invitando chi ruolo e responsabilità ad intervenire”

Un intervento circostanziato e indiscutibile il Suo, capace di alterare i nervi di Bassetti, che ha poi ha abbandonato il collegamento! Un confronto – scontro dove, forse, più che fare chiarezza, la trasmissione aveva l’obiettivo di mettere a tacere le tesi dei FREE-VAX (come preferisco dire io) con faziosità, ma che, in realtà, ha fatto emergere, con sempre maggiore evidenza, la mole di bugie costruita su dati che non quadrano.

ECCO A SEGUIRE LO STRALCIO DEL CONFRONTO/SCONTRO SCHILIRO’/BASSETTI, AL TERMINE DEL QUALE, POTRETE ASCOLTARE ANCHE LA RISPOSTA DA STRAFOTTENTE DITTATORE DEL PROFESSOR “JEKYLL” BASSETTI. [VIDEO] ⤵️⤵️⤵️⤵️⤵️
https://www.la7.it/nonelarena/video/bassetti-alla-vice-questore-sospesa-schiliro-sono-contro-questo-green-pass-come-lei-verrei-a-17-11-2021-409205

______________________

[Questo articolo è condiviso dal Comitato Tecnico Libera Informazione (Co.Te.L.I.), che vede la collaborazione di diversi giornalisti e blogger, tra cui le fondatrici Marzia  Chiocchi di Mercurius5.it e Monica Tomasello di CataniaCreAttiva.it, supportati da un team di medici ed avvocati, formatosi con l’unico intento di collaborare per la ricerca e condivisione della Verità sui principali fatti di rilevanza sia nazionale, che europea, che mondiale]

Puoi leggere anche su👇

A proposito di Luca Teodori, 3V, ospite a “L’Aria che tira” su La 7 (VIDEO)-Andrea Giuffrida, coordinatore regionale 3V Sicilia: “QUELLI DEL MAINSTREAM…”

17 novembre 2021 – di Redazione Co.Te.L.I.

A proposito dell’intervento di Luca Teodori, segretario nazionale del Partito 3V, ospite stamattina su La7 nel programma “L’Aria che tira” condotto da Myrta Merlino…:

“Vedere i volti schiumanti di rabbia, dei conduttori del mainstream è motivo di grande soddisfazione. Privi di argomenti e con ospiti “di parte” balbettanti, davanti ai dati ufficiali ed a relativi argomenti razionali, che mostrano l’inutilità della politica vaccinale.

Davanti alle loro telecamere, si comportano come i bambini che realizzano che la partita è finita e loro hanno perso. Non rimane loro che una rabbiosa stizza, che si pone come una pietra tombale sulla loro credibilità giornalistica. Il Mainstream soffre e si contorce come una bestia ferita, mentre la gente disgustata lo abbandona al suo giusto destino: la fine. Chiudono i programmi televisivi, mentre “i grossi nomi” fanno bella mostra di sé saltabeccando da una rete all’altra nel vano tentativo di rianimare un sistema.

propagandistico agonizzante. Non gli crede più nessuno, poiché sono lo specchio di un sistema governativo avariato. Potranno investire quanto gli pare in propaganda. A noi basterà continuare a fare ciò che facciamo da tempo: spegnerli. “L’aria che tira” non è più buona per loro, ridotti a blaterare in “un’Arena” dove si sentono solo i latrati della loro sconfitta. Hanno fatto male i calcoli. La gente è molto più consapevole e coraggiosa del previsto ed ha già sentenziato una condanna di colpevolezza. Le televisioni resteranno spente, e loro… passeranno alla storia come “quelli del mainstream”. (Andrea Giuffrida)



Vedere i volti schiumanti di rabbia, dei conduttori del mainstream è motivo di grande soddisfazione. Privi di argomenti e con ospiti “di parte” balbettanti, davanti ai dati ufficiali ed a relativi argomenti razionali, che mostrano l’inutilità della politica vaccinale.
Davanti alle loro telecamere, si comportano come i bambini che realizzano che la partita è finita e loro hanno perso. Non rimane loro che una rabbiosa stizza, che si pone come una pietra tombale sulla loro credibilità giornalistica. Il Mainstream soffre e si contorce come una bestia ferita, mentre la gente disgustata lo abbandona al suo giusto destino: la fine. Chiudono i programmi televisivi, mentre “i grossi nomi” fanno bella mostra di sé saltabeccando da una rete all’altra nel vano tentativo di rianimare un sistema propagandistico agonizzante. Non vi crede più nessuno, poiché siete lo specchio di un sistema governativo avariato. Potrete investire quanto vi pare in propaganda. A noi basterà continuare a fare ciò che facciamo da tempo: spegnervi. “L’aria che tira” non è buona per voi, ridotti a blaterare in “un’Arena” dove si sentono solo i latrati della vostra sconfitta. Avete fatto male i calcoli. La gente è molto più consapevole e coraggiosa del previsto ed ha già sentenziato una condanna di colpevolezza. Le televisioni resteranno spente, e voi passerete alla storia come “quelli del mainstream”.

Per chi si fosse perso (e ha fatto benissimo!) questo “spettacolo”, ma gli fosse adesso venuta la comprensibile curiosità di sapere com’è andata, eccoVi i video (clicca sui link in blu per guardare):⤵️⤵️⤵️

https://www.la7.it/laria-che-tira/video/luca-teodori-di-3v-la-maggioranza-dei-deceduti-era-vaccinata-e-myrta-merlino-sbuffa-ma-che-dice-chi-17-11-2021-409044

https://www.la7.it/laria-che-tira/video/myrta-merlino-a-luca-teodori-di-3v-io-aspetto-la-terza-dose-per-vivere-un-natale-normale-lei-che-17-11-2021-409027

E…, dulcis in fundus…, LUI! Il magnifico Bruno Vespa, che chiosa: CLICCA SUL LINK⤵️⤵️⤵️

https://www.la7.it/laria-che-tira/video/no-vax-bruno-vespa-contro-luca-teodori-di-3v-non-intendo-alimentare-questa-polemica-sono-talmente-17-11-2021-409022



[Questo articolo è condiviso dal Comitato Tecnico Libera Informazione (Co.Te.L.I.), che vede la collaborazione di diversi giornalisti e blogger, tra cui le fondatrici Marzia  Chiocchi di Mercurius5.it e Monica Tomasello di CataniaCreAttiva.it, supportati da un team di medici ed avvocati, formatosi con l’unico intento di collaborare per la ricerca e condivisione della Verità sui principali fatti di rilevanza sia nazionale, che europea, che mondiale]

Puoi leggere anche su👇

L’ex ministro Antonio Martino in diretta TV contro il GREEN PASS “È come marchiarci a fuoco”. [VIDEO] I politici di oggi? “Tanti Quaquaraqua’”

17 Novembre 2021 – Redazione Co.Te.Li

Antonio Martino, ex ministro ed economista, è tornato in TV a “QUARTA REPUBBLICA” per una una lunga intervista in cui, oltre a ricordare la sua carriera politica, essendo stato uno dei protagonisti negli anni della Seconda Repubblica, ha parlato della situazione in cui versa il nostro Paese, con uno sguardo al futuro. Tante le riflessioni in un’intervista, ruota libera, in diretta.

-“Quando mi dicono che sono euroscettico, sono felice: perché il meglio del pensiero umano viene dagli scettici”.

Martino ne ha per tutti. –Il reddito di cittadinanza? È una imposta fraudolenta. Nessuno si chiede da dove vengono quei soldi: dalle tasche di altri italiani”. Ma è soprattutto sul green pass che, l’ex ministro, si esprime con fermezza.


Dice Martino: “Trovo assolutamente ingiustificata l’assurdità dell’obbligatorietà del green pass – spiega – sarebbe stato più semplice chiedere che venissimo marchiati a fuoco una volta che ci vaccinavano. Si sarebbe visto subito”. Parole durissime. E ancora: “Quando ci sono state le manifestazioni contro il green pass, che cosa hanno pensato di dire i quaquaraquà che dicono di governarci? Che erano degli squadristi fascisti”.

L’ex ministro Martino a “Quarta Repubblica”


Continua Martino come un fiume in piena: “Ora, è probabile ci fossero esponenti di Forza Nuova fra i manifestanti. Ma saranno in totale due dozzine di nostalgici del fascismo: e questi avrebbero la capacità di mobilitare migliaia di persone per protestare contro il green pass. Dovrebbero tener presente che Allende non è stato defenestrato da quel cattivone del generale Pinochet, ma da quei santissimi camionisti cileni che per protestare contro le restrizioni hanno bloccato il Paese. I camionisti sono in sciopero non perché glielo hanno chiesto quelli di Forza Nuova, ma perché il green pass fa loro danno”.


Insomma: “la libertà è una cosa seria. E non può essere sacrificata neppure sull’altare del diritto alla salute. Il leader dei portuali di Trieste, Stefano Puzzer – conclude Martino – ha fatto una dichiarazione che vorrei venisse considerata attentamente dal ministro Speranza: ‘Noi siamo per la libertà di scelta: ti vuoi vaccinare, ti vaccini; non ti vuoi vaccinare, non ti vaccini’. Questa è l’essenza del liberalismo”. IRONICA LA BATTUTA SUL MINISTRO SPERANZA, CHE TROVERETE ALL’INTERNO DEL VIDEO

OLTRE AD AVER TRASCRITTO QUESTA PARTE DI INTERVISTA, ABBIAMO RITENUTO OPPORTUNO PUBBLICARNE LO STRALCIO, PER ASCOLTARE DIRETTAMENTE LE PAROLE DI MARTINO.

VIDEO INTERVISTA A MARTINO, DA “QUARTA REPUBBLICA”. CLICCA SUL TITOLO PER AVVIARE IL VIDEO ⤵️⤵️⤵️

_____________________

[Questo articolo è condiviso dal Comitato Tecnico Libera Informazione (Co.Te.L.I.), che vede la collaborazione di diversi giornalisti e blogger, tra cui le fondatrici Marzia  Chiocchi di Mercurius5.it e Monica Tomasello di CataniaCreAttiva.it, supportati da un team di medici ed avvocati, formatosi con l’unico intento di collaborare per la ricerca e condivisione della Verità sui principali fatti di rilevanza sia nazionale, che europea, che mondiale]

Puoi leggere anche su👇

FABIO FAZIO E LA CACCIA AGLI UNTORI. SE LA PRENDE ANCHE CON I BAMBINI NON VACCINATI

HA INIZIATO LA SUA CARRIERA TELEVISIVA COME COMICO PARTECIPANDO AD UNA EDIZIONE DI “PRONTO RAFFAELLA” NEL 1982, SENZA NEPPUR FAR TROPPO RIDERE, IN QUANTO LA VIS COMICA NON È MAI STATA SUA COMPLICE. POI HA CONTINUATO CAMBIANDO TOTALMENTE STRADA, FINO AD ARRIVARE ALLA CONDUZIONE IMPEGNATA, SCHIERANDOSI MARCATAMENTE A SINISTRA SENZA OBIETTIVITÀ. PARLO DI FABIO FAZIO CHE, DURANTE LE SUE TRASMISSIONI DOMENICALI, RIESCE A DARE IL MEGLIO DI SEMPRE, IN QUALITÀ DI MEGAFONO DELL’AUTORITÀ GOVERNATIVA. UN MAGNIFICO IPOTETICO OUTSIDER POLITICO, SEMPRE ACCONDISCENDENTE, A PRESCINDERE, CON TUTTO CIÒ CHE RAPPRESENTA L’ISTITUZIONE, SENZA MAI UN CONTRADDITTORIO CHE POSSA SCALFIRE LA SUA IMMAGINE E DAL TONO COSTANTEMENTE SOMMESSO, COME SI CONVIENE AD UN BRAVO E MANSUETO SCOLARETTO.

ENTRANDO NEL DETTAGLIO ⤵️
Fazio ha fatto parlare il ministro Speranza in un estenuante soliloquio, soporifero e monocorde, come solo la sua voce sa trasmettere. Mai interrotto, mai contraddetto, mai una domanda fuori posto, probabilmente tutto concordato, senza far MAI emergere argomenti pungenti e scottanti, per non ledere la suscettibilità del borghese Speranza, ex allievo della prestigiosa e glaciale Università LUISS di Roma, che li programma tutti come robot radiocomandati.

created by Polish


L’elenco delle assurde domande ha previsto:
un parere sulla scelta di Singapore di far pagare le cure mediche ai non vaccinati.

con successiva affermazione, come riportato da Francesco Borgonovo sulle pagine de La Verità: “Chi non si vaccina occupa gli ospedali portando via posti agli altri malati che non possono essere curati, sottrae i medici agli screening oncologici e altre cure indispensabili”.

Un indottrinamento bello e buono quello di Fazio, convinto, nonostante la scienza ci dica il contrario, che soltanto i non vaccinati possano ormai rimanere contagiati dal Covid e trasmetterlo ad altri.

E non è finita qui…ha avuto da ridire anche sui bambini. Testuali le sue parole “Non sappiamo se a scuola i nostri figli siedono accanto a ragazzi non vaccinati, andando così incontro a rischi per la salute”. Una caccia agli untori di memoria manzoniana, presentando i bambini come pericolosi appestatori sociali da escludere e confinare. In poche parole…UN ERODE DEI NOSTRI TEMPI

Così, in una puntata di questa “imperdibile trasmissione” CHE TEMPO CHE FA” Il Duo Barzelletta ( sempre Fazio e Speranza di cui sopra), si sono anche rallegrati della strada intrapresa dall’Italia, confermando la durezza delle nostre restrizioni, senza eguali in Europa. Come mai, viene da chiedersi, in tutto il Vecchio Continente soltanto noi abbiamo scelto di adottare un Green pass così restrittivo, che impedisce addirittura di lavorare ai non vaccinati?

CREDO CHE A BREVE SODDISFEREMO LA NOSTRA VOGLIA DI RISPOSTE. SAPPIANO CHE OGNI REGIME CHE SI RISPETTI, HA AVUTO I PROPRI SEGUACI E DIVULGATORI, RICOPERTI DI PRIVILEGI E ATTENZIONI PER AVER SPOSATO LA CAUSA MA, ARRIVATO AL CAPOLINEA, LA NUOVA BREZZA LI HA SEMPRE CACCIATI. GODETE ADESSO SERVI E SERVETTE FINCHÉ VI È PERMESSO, PERCHÉ POI…ACTA EST FABULA ( LO SPETTACOLO È FINITO).

________________________

[Questo articolo è condiviso dal Comitato Tecnico Libera Informazione (Co.Te.L.I.), che vede la collaborazione di diversi giornalisti e blogger, tra cui le fondatrici Marzia  Chiocchi di Mercurius5.it e Monica Tomasello di CataniaCreAttiva.it, supportati da un team di medici ed avvocati, formatosi con l’unico intento di collaborare per la ricerca e condivisione della Verità sui principali fatti di rilevanza sia nazionale, che europea, che mondiale]

Puoi leggere anche su👇