COVID: ALLERTA FOCOLAIO ALLA “SCALA” DI MILANO. CONTAGIATI BALLERINI E COMPARSE. È BUFERA SOCIAL!

9 Dicembre 2021 – Redazione Co.Te.Li


LA VITA PIÙ CHE LA STORIA INSEGNA CHE, QUANDO IL PROBLEMA “PIZZICA” LE CLASSI, I LUOGHI E I COSIDDETTI “QUARTIERI ALTI” DELLA SOCIETÀ , LA QUESTIONE DIVENTA “SCOTTANTE”!!!
PERCHÉ IL POPOLO LO PUOI PURE CONDURRE AL MACELLO, VIVISEZIONARE, USURPARE COME GLI STRACCI AL MECERO, MA SE TOCCHI LA BORGHESIA DI ALTO L’ IGNAGGIO, LO SDEGNO SI FA PRESSANTE E NEL CASO DELLA NOTIZIA CHE ANDREMO A PUBBLICARE …EVOCARE “ SI VENDETTA…TREMENDA VENDETTA…” DALL’OPERA “RIGOLETTO” CALZA PURE A PENNELLO! 😃 AI SOLITI NOTI DELLA “MILANO BENE”E NON SOLO, NON SI POTEVA NEGARE LA “PRIMA” IN UNO DEI PIÙ IMPORTANTI TEATRI LIRICI AL MONDO! E ALLORA VAI CON GLI ASSEMBRAMENTI NEGATI AI COMUNI MORTALI, MA NON AI PRIVILEGIATI SIERATI ( CHISSÀ SE REALMENTE!). LA BUFERA NEI SOCIAL ERA PREVEDIBILE😃

ECCO CIÒ CHE È SUCCESSO ⤵️

Problemi alla Scala di Milano. La notizia, dopo la r“Prima” di mercoledì 7 dicembre, dove il Presidente Mattarella è stato accolto con grandi applausi, sta facendo storcere il naso a molti addetti ai lavori e non solo. Infatti, rischia di saltare, momentaneamente, lo spettacolo “Bayadère”, il balletto previsto per il prossimo 15 apertura della stagione di danza del teatro.

Si parla con sempre più insistenza di un focolaio covid, dopo che due comparse e una ballerina, la settimana scorsa sono risultate positive. Ora lo sono anche un altro ballerino, due maitre e due bambini. Il bilancio finora è di otto positivi, ai quali va aggiunta una parrucchiera contagiata, come ha spiegato il sindacato Cub in una lettera all’Ats.

Oggi sono stati effettuati altri tamponi per valutare i provvedimenti da prendere vedere se ci sono ulteriori casi e prendere per i prossimi spettacoli. Nel frattempo è arrivata la notizia dell’annullamento delle due prove di Bayadère in programma.

Si capirà solo dai risultati dei prossimi test se potrà andare in scena lo spettacolo del 15 dicembre o se rimandarlo.

Focolaio alla Scala: è bufera social

Tantissimi i commenti sui social per il presunto focolaio Covid dopo l’inaugurazione del celebre teatro di Milano. La notizia è diventata subito virale, in particolare su Twitter dove l’hashtag #ScalaInfetta è andato in tendenza.

Ecco alcuni commenti: “La notizia 100 morti al giorno di covid e si battono le mani per 6 minuti al chiuso, dov’è finita l’umanità in questo paese?”, scrive un utente. “Io infermiere rianimatore trivaccinato devo fare i turni da 72 ore perché tu devi applaudire la marcia Radetzky e sfoggiare la pelliccia di foca alla scala? Anche no grazie”, dice un altro.

Il web s’interroga sull’efficacia (e sul rispetto) delle misure di distanziamento. S’indigna per i risultati conseguiti dallo schema di prevenzione. Comincia l’effetto valanga sul pubblico.

Non mancano le critiche al governo: “Il supergreenpass non funziona”, scrive un utente. “Ottima idea organizzare un Covid party alla Scala”, ironizza un altro.

_________________________

[Questo articolo è condiviso dal Comitato Tecnico Libera Informazione (Co.Te.L.I.), che vede la collaborazione di diversi giornalisti e blogger, tra cui le fondatrici Marzia  Chiocchi di Mercurius5.it e Monica Tomasello di CataniaCreAttiva.it, supportati da un team di medici ed avvocati, formatosi con l’unico intento di collaborare per la ricerca e condivisione della Verità sui principali fatti di rilevanza sia nazionale, che europea, che mondiale]

Puoi leggere anche su 👇

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *