VACCINO: 2 DOSI IN 21 GIORNI. IL GENERALE FIGLIUOLO ALL’ATTACCO DEI BAMBINI. GENITORI DOVE SIETE?

12 Dicembre 2021 – Redazione Co.Te.Li

UN GENERALE ALLA GUIDA DI UN PROGETTO SANITARIO, IL CUI REALE COMPITO SOLO GLI STOLTI NON HANNO CAPITO!
Non si tratta di una questione medica, ma di una questione militare in cui le vittime e i danni collaterali sono messi già in conto pur di conquistare la vittoria.



Altrimenti, come potrebbe spiegarsi la folle decisione di lanciare una campagna vaccinale a tappeto per i bambini dai 5 anni agli 11 anni! Da mesi non si registra né un decesso né un ricovero in terapia intensiva per questa fascia di età. In totale, in due anni, si sono registrati 35 decessi.

Tanto per fare un confronto nello stesso periodo 60.000 (sessantamila) minori sono stati feriti in un incidente stradale e 800 minori hanno perso la vita.

E così, a partire da giovedì 16 dicembre partirà la campagna vaccinale per i bambini tra 5 e11 anni. A disposizione circa 1,5 milioni di dosi. Un’ occasione ghiotta per il generalissimo Belfagor, che ogni tanto riemerge dall’oblio, avvolto nella sua divisa di protezione, incapace di mostrarsi senza maschera, perché inetto esecutore di un regime di folli predoni!

Si procede senza ripensamenti e nella più totale indifferenza alla scienza e agli appelli di pediatri e virologi che invitano alla prudenza. L’obiezione di fondo è che i bambini vanno vaccinati anche se non corrono alcun rischio per rallentare il contagio generale: una sorta di surreale inversione del principio di solidarietà in cui i figli e i nipoti vengono sacrificati per i genitori ed i nonni. Tesi ampiamente smontata dalla massima autorità italiana in materia virologica, il direttore dello Spallanzani, l’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive, Francesco Vaia, che ha definito fanatismo vaccinale questo tipo di approccio: “Si dice che i piccoli si contagiano e contagiano anche gli altri ma analizzando i dati non si può dire evidenziare una concreta incidenza sul propagarsi del virus.

Vaccinare i bambini per proteggere gli anziani? Chiedere la solidarietà sociale da chi ha meno di dodici anni rasenta l’ideologia e il fanatismo”. 

Ma nulla può arrestare l’invincibile armata del generale Figliuolo (il cui cognome, in questa circostanza, appare pure come una beffa). Il diktat del dittatored’Italia Mario Draghi è chiaro!

PER LORO SIAMO SUDDITI E, IDIOTA, È LA MAGGIORANZA DI NOI CHE CONTINUA AD ASSECONDARLI! FIRMATE PURE IL CONSENSO PER SOTTOPORVI A SPERIMENTAZIONE! E POI…SCENDETE IN PIAZZA PER RIBELLARVI! DOVETE RIFIUTARE TUTTOOOOOOOO!!!!! DURI DI COMPRENDONIOOOOOO!!!!!! LORO HANNO SCUDO PENALE E CIVILEEEEE!!!! E MAGARI SIETE PURE LAUREATI!! MA SAPETE COSA DOVETE FARE CON QUEL PEZZO DI CARTA? LASCIO A VOI LA SOLUZIONE!!!!!

________________________

[Questo articolo è condiviso dal Comitato Tecnico Libera Informazione (Co.Te.L.I.) che vede la collaborazione di diversi giornalisti e blogger, tra cui le fondatrici Marzia  Chiocchi di Mercurius5.it e Monica Tomasello di CataniaCreAttiva.it, supportati da un team di medici ed avvocati, formatosi con l’unico intento di collaborare per la ricerca e condivisione della Verità sui principali fatti di rilevanza sia nazionale, che europea, che mondiale]

Puoi leggere anche su 👇

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *