Ecco l’allegato all’ esposto, che farà tremare le Procure, contro i responsabili delle morti per Covid

La Redazione

Il Comitato Nazionale “Gli Angeli per la Salvezza” presenta l’abstract predisposto dalla d.ssa Rosanna Esposito sulla base dell’esposto, a firma del Prof. Pierfrancesco Belli, inviato alla competente Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma, e inoltrato dal Comitato stesso a tutte le altre Procure della Repubblica d’Italia”

Sito ufficiale comitato
https://www.comitatogaps.it

Allegato

La distorsione della governance in materia sanitaria da parte di: World Health Organization/Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO/OMS), Unione Europea, Italia
a cura del
COMITATO NAZIONALE «GLI ANGELI PER LA SALVEZZA»

La distorsione della governance in materia
sanitaria da parte di: World Health Organization
(WHO/OMS), Unione Europea, Italia
Premessa
In data 5 luglio 2021, è stato presentato alla competente Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma, e, nei giorni successivi, a tutte le altre Procure della Repubblica, un esposto, a firma del prof. Pierfrancesco Belli, basato su uno studio, supportato da valida documentazione normativa, in cui viene illustrata la narrazione del virus Sars Covid 2 e della conseguente malattia COVID 19.
Il documento contiene l’esposizione di fatti – con l’esplicazione dettagliata della normativa tecnica sanitaria internazionale, europea ed italiana – che rappresentano comportamenti contrari alla legge, posti in essere dai vari organi interessati, WHO/OMS, UE, ITALIA, con violazione e distorsione della governance in materia sanitaria.
Di seguito, l’illustrazione dei relativi provvedimenti normativi da essi adottati o non adottati, costituenti tale violazione e distorsione.

WHO/OMS violazioni, inadempienze
• Mancata vigilanza sulle classificazioni/codifica delle malattie e mancato coordinamento nella lotta contro le malattie infettive trasmissibili;
• non corretta sorveglianza epidemiologica, che garantisca omogeneità, certezza e qualità dei dati;
• mancato controllo sulla valutazione di rischi/benefici, sicurezza, qualità, nocività, nell’ambito del ciclo produttivo del vaccino;
WHO si è dimostrato, invece, molto incisivo e rigoroso affinché venissero attuate le procedure d’urgenza per l’immissione in commercio condizionata di vaccini OGM sperimentali, cioè in presenza di dati clinici e non clinici incompleti.

Unione Europea: violazioni, inadempienze
• Ha eliminato le disposizioni relative alla farmacovigilanza e al miglioramento della sicurezza dei medicinali, contenute nel Regolamento n.1027/2012;
• ha dichiarato inapplicabili, con il Regolamento n.1043/2020, (in piena «pandemia»), articoli importantissimi di altri propri precedenti provvedimenti normativi, concernenti:

  1. la valutazione dei rischi, della sicurezza, della nocività dei farmaci/vaccini sperimentali OGM;
  2. la clausola di salvaguardia degli Stati Membri, che consentirebbe ai medesimi in autonomia di ritirare farmaci/vaccini ritenuti pericolosi;
  3. le notifiche all’autorità competente, l’Agenzia Europea per i Medicinali (EMA), da parte dei produttori di vaccini, relative alla valutazione dei rischi ambientali e gli effetti sulla salute umana, da organismi geneticamente modificati ( OGM). …..segue
    • Ha utilizzato, invece, il Regolamento n.726/2006, per sfruttare il c.d. uso compassionevole – previsto solo per “gruppo di pazienti“ con malattia cronica o gravemente invalidante – per la somministrazione di vaccini sperimentali OGM;
    • ha determinato e favorito, attraverso le procedure di accelerazione, l’autorizzazione in commercio condizionata, cioè in presenza di dati clinici e non clinici incompleti, per la fornitura e la somministrazione di vaccini sperimentali OGM, pericolosi per la salute umana!!!
    • Con la Direttiva n.739/2020 del 03/06/2020, ha eliminato, quanto ai vaccini, i seguenti requisiti:
  4. efficacia;
  5. 3. 4. •
    immediata disponibilità;
    registrazione nella UE;
    non somministrazione ai soggetti già immuni.
    Non ha tenuto conto della Direttiva 2009/120 che sancisce che la terapia genica non può essere applicata ai vaccini contro le malattie infettive!!! Italia: violazioni, inadempienze
    • Ha smantellato i Centri di epidemiologia e prevenzione;
    • non ha effettuato la sorveglianza epidemiologica attraverso i modelli matematici sviluppati dal gruppo Epico- necessari per coordinare azioni locali di contenimento in caso di epidemie – basandosi, invece, sull’analisi dei social media, come da direttive da parte di WHO/OMS e UE;
    • non ha aggiornato e neppure attuato il piano pandemico;
    • ha attribuito, in accordo con Ue, ad inizio «pandemia, al virus definito come “ sconosciuto”, un gruppo di rischio biologico 2, cioè «virus con scarsa diffusione sulla comunità e con terapie e vaccini a disposizione », che, di fatto, corrisponde quindi ad un agente “conosciuto”, e che prevede una gestione sanitaria di tipo ordinario; pertanto, non dovevano essere applicate le misure restrittive /straordinarie stabilite in caso di pandemia e corrispondenti ….segue
    ad un gruppo di rischio biologico 4», né poteva essere imposto il vaccino come ultima soluzione terapeutica;
    • ha alterato il processo di cura nel percorso domiciliare, impedendo al medico di condurre un corretto iter diagnostico secondo «scienza e coscienza» che potesse escludere ogni altra patologia curabile a domicilio;
    • ha disincentivato l’esecuzione delle autopsie, necessaria per conoscere la reale causa di morte;
    • ha indirizzato i pazienti in ospedale verso le costosissime terapie antivirali e la ventilazione meccanica, seguendo le linee WHO, che indicavano la «vigile attesa»;
    • ha alterato il processo di cura nel percorso ospedaliero, sostituendo il tampone (inattendibile al100%) al medico nella conferma diagnostica di COVID 19;
    • ha scientemente mantenuto un vecchissimo sistema di classificazione e codifica delle malattie, l’ICD-9-CM, che avrebbe dovuto essere abbandonato da anni per essere sostituito dall’ICD-10, …segue
    come richiamato da diversi riferimenti normativi italiani ed europei e del quale non è neppure stato fatto l’aggiornamento biennale, con ciò favorendo una disomogeneità ed una distorsione dei dati.
    • Ha completamente ignorato le disposizioni di cui al Decreto Legislativo n. 81/2008 , in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, che richiama più volte, in merito ai vaccini, i requisiti di efficacia, immediata disponibilità, non somministrazione ai soggetti immuni;
    • ha sostituito all’efficacia del vaccino la sperimentalità dello stesso ed ancor di più ne ha obbligato la somministrazione anche a soggetti già immuni – con il Decreto Legge n. 44/2021, convertito in legge 28 maggio 2021 n. 76, concernente l’obbligo vaccinale per gli operatori sanitari – in totale violazione del su citato Decreto Legislativo n. 81/2008;
    • ha violato le disposizioni di cui al Decreto Ministero della salute del 7 settembre 2017 ed, in Europa, al Regolamento n.726/2004, …segue
    in ordine al c.d. uso compassionevole di farmaci/vaccini sperimentali, consentito per “gruppo di pazienti“ con malattia cronica o gravemente invalidante;
    • ha disposto – nonostante l’appartenenza di SARS COV 2 al gruppo di rischio biologico 3 non possa consentirlo tecnicamente – la vaccinazione obbligatoria, e per giunta di massa (in base alla Road Map europea), sfruttando l’uso compassionevole, tramite utilizzo di farmaci/vaccini sperimentali OGM, previsto nel caso in cui non siano disponibili terapie efficaci. Il gruppo di rischio biologico 3, al contrario, contempla per sua definizione la disponibilità di cure appropriate ;
    • la Road Map europea è stata preparata nel 2018, prevedendo già nel 2019 contratti di appalto congiunto (pubblico /privato) per acquisti e fornitura di vaccini in previsione di una pandemia e conseguente passaporto vaccinale entro il 2022. Conclusioni
    Concludendo, in estrema sintesi, sono venuti meno, da parte di WHO, UE e Italia, ciascuno nel proprio ambito di competenza:
    • coordinamento, vigilanza e controllo, in ordine a:
  6. classificazione delle malattie e codifica delle stesse, al fine di ottenere omogeneità dei dati, all’interno di ogni Stato e complessivamente tra tutti i Paesi membri, necessaria per ottenere un corretto studio epidemiologico;
  7. qualità, sicurezza ed efficacia del ciclo produttivo dei farmaci;
  8. qualità, sicurezza ed efficacia del ciclo produttivo dei vaccini;
  9. aggiornamento ed attuazione del piano pandemico (Italia, in particolare). …segue
    • Al contrario, da parte di WHO e della UE sono stati adottati tutti quei provvedimenti che hanno consentito ai produttori di vaccini sperimentali OGM di immetterli in commercio senza controlli di qualità, sicurezza ed efficacia.
    • L’Italia, a sua volta, con il distorto ciclo di cura, c.d. anticiclo di cura, e il distorto sistema di codifica delle malattie/diagnosi nel sistema di classificazione delle malattie, ICD-9-CM, tuttora in uso anche se obsoleto, nonché con l’instaurazione del primo lock-down, è stata la prima nazione a creare morti e a diffondere il panico da “virus”!!
    • WHO, UE e Italia hanno posto in essere scientemente un sistema normativo sanitario che, lentamente e inesorabilmente, ha completamente stravolto quello ….segue
    • preesistente, attraverso la distorsione e la violazione delle norme sulla governance in tale materia.
    • Già da 15 anni a questa parte, WHO, la letteratura scientifica internazionale e Bill Gates avevano pronosticato pandemie da virus sconosciuti, che avrebbero fatto deflagrare i sistemi sanitari ed economici dei singoli Paesi.
    • L’emergenza pandemica ha costituito il pretesto per togliere sovranità agli Stati sovvertendo le regole, per cui gli stessi Stati e Big Pharma si associano contro i cittadini, privandoli di libertà, salute e diritti!
    • La scientifica volontà di costruire un’epidemiologia di morte per mezzo di cure sbagliate, ha avuto il fine di obbligare i cittadini a vaccinarsi come fossero malati terminali per i quali si ricorre alla somministrazione di vaccini – utilizzando l’uso compassionevole -, che la stessa UE ha fatto sì, con l’appoggio incondizionato dell’Italia, che fossero pericolosi per la salute!!!

Questo articolo è condiviso dal Comitato Tecnico Libera Informazione (Co.Te.L.In.), di cui fa parte anche Catania CreAttiva, che vede la collaborazione di diversi giornalisti e blogger, supportati da un team di medici ed avvocati, formatosi con l’unico intento di collaborare per la ricerca e condivisione della Verità sui principali fatti di rilevanza sia nazionale, che europea, che mondiale.

https://t.me/ComEtiSSicilia

2 pensieri riguardo “Ecco l’allegato all’ esposto, che farà tremare le Procure, contro i responsabili delle morti per Covid”

  1. Manca il motivo per cui si è fatto così ed è per preparare il terreno a quel che accadrà dopo, cioè la morte di 4 miliardi di persone a causa del collasso della civilizzazione industriale, come annunciato dal MIT di Boston una cinquantina di anni fa al quale nessun governo ha voluto crederci e adesso che i dati ci dimostrano che sarà proprio così, i potenti del mondo hanno inventato il covid, per abituarci al peggio. Cercate su internet : “Cos’è il Club di Roma, l’associazione di scienziati…….”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *