Green pass valido con test salivare rapido antigenico, Corbelli (Diritti civili): “Accolta nostra istanza in Emilia Romagna”

Il leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, annuncia, su Fb: “Una Preside coraggio dell’Emilia Romagna accoglie la richiesta di Diritti Civili e, con una circolare, riconosce per il Gree pass validità al test salivare rapido antigenico, richiamando espressamente la legge approvata recentemente, il 14 maggio, dal Governo. 

Franco Corbelli

E’ LA SVOLTA DECISIVA TANTO ATTESA! Adesso non potrà non essere fatta la stessa cosa in tutte le altre scuole del Paese. Saranno scongiurati l’imposizione del vaccino o la tortura e crudeltà del tampone molecolare ogni 48 ore e saranno tolte e salvate dalla disperazione migliaia e migliaia di docenti, personale Ata e studenti. E’ la Civiltà che finalmente prevale sulla barbarie e sulla disumanità”!

La campagna di Diritti Civili, sostenuta da Vittorio Sgarbi, ha dunque prodotto questo primo, clamoroso e importante risultato, una svolta decisiva che è destinata a spalancare le porte all’utilizzo dei test salivari in tutte le scuole italiane. Per adesso nelle scuole, ma sarà inevitabile e giusto che lo stesso test venga utilizzato anche in tutti gli altri ambiti e settori lavorativi. La novità di queste ultime ore é infatti la circolare della Dirigente Scolastica, di un importante Istituto dell’Emilia Romagna, che, nel rigoroso rispetto della normativa, ha scritto a tutto il personale scolastico (Docenti, personale Ata, studenti e famiglie), per informarli che “dal 1 settembre si potrà accedere a scuola solo se muniti del Green pass”, precisando che “dà diritto a questo certificato verde anche il test rapido salivare antigenico, di ultima generazione, recentemente(è scritto testualmente nella circolare) dal Ministero della Salute, come da circolare n.21675 del 14/05/2021”, afferma Corbelli, promotore in Italia di questa importante battaglia per l’utilizzo dei test salivari per il personale scolastico, che sta facendo registrare la presentazione nelle scuole di tutta Italia di migliaia di domande, con il modello predisposto da Diritti Civili. Ho avuto copia di questa circolare da uno dei tanti professori che ha aderito alla nostra campagna e ha presentato nella sua scuola, insieme ad altri suoi colleghi, il modulo predisposto da Diritti Civili per chiedere di poter utilizzare il test salivare per il rilascio del Green pass.

Oggi è arrivata la risposta con la circolare della Dirigente Scolastica che ha, di fatto, riconosciuto l’assoluta fondatezza della nostra battaglia e la legittimità della richiesta. Considero questa Dirigente una Preside coraggio che, con il suo corretto e coraggioso atto, aprirà adesso la strada allo stesso provvedimento in tutte le scuole italiane, scongiurerà la tortura del fastidioso, doloroso e rischioso tampone molecolare ogni 48 ore( ne abbiamo quantificato circa 130 da qui alla fine dell’anno scolastico e accademico che avrebbero inevitabilmente procurato infezioni e danni al setto nasale, alla bocca e alla gola) e salverà la vita di chissà quanta gente, del mondo della scuola, oggi angosciata e disperata. Insegnanti, personale Ata e studenti che hanno scelto, ognuno per validi motivi, di non sottoporsi alla vaccinazione e che rischiano di finire in mezzo ad una strada se non accettano il diktat vaccino o tampone molecolare(ogni due giorni!).

Qualcosa di disumano. La circolare della Dirigente scolastica non lascia spazio ad alcun dubbio e non ammette alcuna contestazione, perché fa un chiaro ed esplicito riferimento alla legge, recentemente approvata dallo stesso Governo. Potrà adesso l’Esecutivo Draghi smentire se stesso e contestare la correttissima circolare di questa dirigente scolastica? Potranno adesso tutti gli altri Dirigenti scolastici d’Italia non fare la stessa cosa nelle loro scuole? Ecco perché la circolare di questa Preside è un atto di eroismo. Adesso quello che occorre fare è non perdere più tempo e pianificare subito la campagna per i test salivari in tutta Italia. Diritti Civili ha avviato da ieri una ricognizione in tutto il Paese e le tantissime situazioni che ci vengono segnalate, da tutt’Italia, purtroppo evidenziano al momento gravi inefficienze e palesi differenze tra città e regioni. Ci sono regioni dove in alcune città vengono fatti, in altre no. Laboratori che riconoscono la validità per il Green pass e altri no. Laboratori che prima li eseguivano e poi dopo il clamore mediatico per la campagna di Diritti Civili e le denunce di Sgarbi, dicono di non poterli fare perché non sono ancora autorizzati. Medici e farmacisti che li consigliano e altri che sostengono che non sono autorizzati. Il Governo faccia subito chiarezza su questo e il generale Figliolo anziché chiedere gli elenchi dei professori non vaccinati si impegni a far arrivare questi test salivari in tutte le farmacie d’Italia. Mancano meno di dieci giorni all’inizio dell’anno scolastico, delle prime riunioni operative nelle scuole. C’è il tempo per organizzarsi, ma bisogna fare in fretta. Ricordo  che il test salivare è di semplice utilizzo: il tampone somiglia ad un “lecca-lecca” che si mette in bocca, e la spugnetta assorbe la saliva. Dopo due minuti nel cavo orale, la spugnetta è pronta per avviare l’analisi. Il test antigenico rapido costa meno e non ha bisogno di personale specializzato, producendo più rapidamente il risultato (15 minuti) rispetto al test molecolare.

<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<
[Questo articolo è condiviso dal Comitato Tecnico Libera Informazione(Co.Te.L.I.), che vede la collaborazione di diversi giornalisti e blogger, tra cui le fondatrici Marzia  Chiocchi di Mercurius5.it e Monica Tomasello di CataniaCreAttiva.it, supportati da un team di medici ed avvocati, formatosi con l’unico intento di collaborare per la ricerca e condivisione della Verità sui principali fatti di rilevanza sia nazionale, che europea, che mondiale]

6 pensieri riguardo “Green pass valido con test salivare rapido antigenico, Corbelli (Diritti civili): “Accolta nostra istanza in Emilia Romagna””

  1. È un grande passo avanti. Ma, dovrebbe essere esteso non solo in ambito lavorativo, per fare in modo che vi sia libertà per un ricevimento, andare a teatro etc.etc Il risultato salivare porta in evidenza i ceppi da influenza?

  2. Buongiorno
    Ma la spugnetta è impregnata di qualcosa oppure solo della nostra saliva e poi verrà immersa in qualche reagente?

  3. Grande scelta di civiltà in un momento in cui domina la barbarie e la distruzione dei diritti individuali assieme alla rovinosa caduta dello Stato di diritto base della nostra civiltà. Un grandissimo plauso all” illuminato intellettuale e politico Vittorio Sgarbi

  4. Io da ignorante continuo a domandarmi perché una persona sana deve dimostrare di non essere tale.mentre prima di queste pagliacciate si era ammalati dopo una visita medica .

  5. In Sardegna dei test rapidi salivari non si sa proprio niente!
    Le farmacie non hanno ricevuto comunicazioni in merito.
    Noi docenti stiamo prenotando il tampone per accedere a scuola, ahimè!
    Viene effettuato solo quello nasale, fastidioso e invasivo.
    Il dubbio è questo: dovrà essere emanato o pubblicato qualcosa da parte del Ministero che autorizzi l’uso del salivare?
    Grazie infinite

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *