COVID: muore dopo il vaccino, sospeso lotto Pfizer

La decisione dopo il decesso di un cinquantunenne.

27 agosto 2021 – (di Redazione)

Muore 3 giorni dopo aver fatto il vaccino e per precauzione le autorità sequestrano la fiala e l’Ulss blocca il lotto del siero anti-Covid. E’ accaduto a Mira, in provincia di Venezia, dove un umo di 51 anni, Alessandro Cavarretta, è deceduto dopo essersi sottoposto alla vaccinazione contro il Covid.

L’uomo era andato il 18 agosto al drive through di Oriago, dove gli era stata somministrata una dose del vaccino Pfizer. Poco dopo avrebbe accusato febbre e gonfiore alle gambe, prima che le sue condizioni peggiorassero drasticamente. La madre dell’uomo ha quindi chiamato i soccorsi che, giunti sul posto, non hanno potuto fare altro che constatarne la morte. L’ipotesi principale dei medici è che la morte dell’uomo sia stata causata da una tromboembolia, ma solo gli esami autoptici potranno fornire una risposta certa.

carabinieri del Nas di Venezia hanno sequestrato tutti i documenti clinici del cinquantunenne e una fiala utilizzata per somministrare il vaccino Pfizer ad Alessandro Cavarretta. Il campione, prelevato a seguito degli accertamenti disposti dalla Procura sarà utilizzato per eventuali future analisi. Nel frattempo, l’Ulss ha scelto in via cautelativa di non utilizzare la restante parte del lotto, segnalandolo alle autorità competenti.

<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<

[Questo articolo è condiviso dal Comitato Tecnico Libera Informazione (Co.Te.L.I.), che vede la collaborazione di diversi giornalisti e blogger, tra cui le fondatrici Marzia  Chiocchi di Mercurius5.it e Monica Tomasello di CataniaCreAttiva.it, supportati da un team di medici ed avvocati, formatosi con l’unico intento di collaborare per la ricerca e condivisione della Verità sui principali fatti di rilevanza sia nazionale, che europea, che mondiale]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *