RADIO RADICALE CENSURA LE VOCI DEI MEDICI NON ALLINEATI. L’intervista di BYOBLU a Maurizio Bolognetti

Le interviste che aveva realizzato al professore Garavelli, al professor Bellavite, alla dottoressa Gentilini e ad altri esperti non allineati alla narrazione pandemica ufficiale sono rimaste nei cassetti e mai mandate in onda dall’emittente radiofonica.
Radio Radicale non ha documentato nemmeno una delle manifestazioni di piazza che si tengono ormai da settimane in ogni principale città italiana contro il green pass”. Da dodici giorni Maurizio Bolognetti ha intrapreso lo sciopero della fame contro quello che definisce “un attentato ai diritti civili e politici“. (Fonte: ByoBlu).

Queste alcune delle sue recenti dichiarazioni:

Sono e resto radicalema temo di aver poco da spartire con i radicali post-pannelliani
Per quanto mi riguarda continuerò ad ispirarmi a ciò che mi appartiene e appartiene alla mia storia personale e politica…
Io non detengo potere, non faccio parte di bande, di cordate, non ho giurato col sangue e non ho bruciato santini. Non ho quote, non ho roba. Non mi schiero per appartenenza etnica. Ho solo amici e compagni e ho solo ed esclusivamente da onorare ciò in cui credo.”

 Sia chiaro, pago il mio voler insistere sulla necessità di non appiattirsi su una narrazione di regime, il mio insistere sulla necessità di far ascoltare voci rimosse, il mio rivendicare un modo di intendere radio radicale come un media non mero megafono del palazzo. Doppio ruolo? L’ho sempre avuto e a Marco andava bene così. Anzi c’ero proprio per questo. Poi è arrivato il servo Falconio e Pannella non c’è più. Una trasformazione genetica lenta e inesorabile. Una caduta inarrestabile. In questa pandemia, poi, hanno toccato il fondo. Fino a qualche tempo fa nulla mi chiedevano e nel bene o nel male hanno accettato tutti i miei servizi spesso scomodi. Adesso sono ridotti al ricatto e non so chi e cosa rappresentano in quest’opera di infame killeraggio che stanno operando. La lupara bianca si è abattattuta sul sottoscritto con inaudita violenza. Spero solo che non lo stiano facendo gratis. P.s. Resta il fatto che nemmeno il peggior squadrismo di regime poteva riuscire nella loro certosina opera di eleminazione sistematica di tutte le voci che gli ho proposto e negli ultimi giorni dell’iniziativa nonviolenta che sto conducendo. Da fottutti ipocriti e farisei quali sono adesso si vestono del loro misero e arrogante potere. Quanto al direttore, spero che Arcuri continui ad aiutarlo”.

Il mio lavoro di documentazione e di denuncia lo continuerò dove posso ancora svolgerlo (per ora) dai miei canali youtube e fb. Tra poco intervisterò uno dei tanti censurati da Radio Radicale. Quella Radio che mentre rimuoveva interviste a medici e scienziati non allineati ci proponeva una trentina di appuntamenti con Antonella Viola nella fascia di maggiore ascolto. Complimenti!

Maurizio Bolognetti (Segretario di Radicali Lucani, Consigliere in carica del Partito Radicale, Gia membro della Presidenza del Partito Radicale, Già membro del Consiglio generale dell’Associazione Coscioni, Già membro del Consiglio generale dei Club Pannella, Già membro della Direzione nazionale di Radicali Italiani, Già membro della Giunta di Radicali Italiani, Già membro del Coordinamento Radicale Antiproibizionista).

L’INTERVISTA FI BYOBLU A MAURIZIO BYOBLU👇

https://www.byoblu.com/category/le-interviste-di-byoblu/

Intanto Bolognetti è già al XII giorno di sciopero della fame e così commenta:“Stop all’attentato contro i diritti politici del cittadino. Radio Radicale faccia ascoltare le interviste che ho realizzato per dar voce alle voci cancellate. Radio Radicale consenta ai cittadini italiani di far conoscere le ragioni del mio sciopero. Se c’è un attentato contro i diritti politici del cittadino la Radio che fu di Marco Pannella, ahimè, ne è complice e protagonista.”Vedi anche 👇

La Siritide, 5 settembre 2021 – BOLOGNETTI: A PROPOSITO DELLA LUPARA BIANCA RADICALE

https://www.lasiritide.it/canestro.php?articolo=31736

[Questo articolo è condiviso dal Comitato Tecnico Libera Informazione (Co.Te.L.I.), che vede la collaborazione di diversi giornalisti e blogger, tra cui le fondatrici Marzia  Chiocchi di Mercurius5.it e Monica Tomasello di CataniaCreAttiva.it, supportati da un team di medici ed avvocati, formatosi con l’unico intento di collaborare per la ricerca e condivisione della Verità sui principali fatti di rilevanza sia nazionale, che europea, che mondiale]

_______________________
Puoi leggere anche du👇

Un commento su “RADIO RADICALE CENSURA LE VOCI DEI MEDICI NON ALLINEATI. L’intervista di BYOBLU a Maurizio Bolognetti”

  1. Con la perdita del grande Marco e dell’onesto ed altrettanto grande giornalista Massimo Bordin, dalla cui lettura dei giornali di “Stampa e regime” dal lunedì al venerdì su RR, noi radicali (soprattutto pannelliani), abbiamo attinto per lunghi anni, in gran sicurezza, le notizie e le riflessioni, ponderate e asettiche del giorno, che lui ci offriva. È finita quell’era, punto di appassionante riferimento culturale e politico, che queste due straordinarie persone, talvolta in manifesto contrasto di idee, ma prive, entrambe, di substrati mutuati da condizionamenti ideologici, hanno saputo indicarcarci, con disinteressata lucidita’ ed onestà d’intenti. Bolognetti, è il paladino del tempo che fu, in un oggi deludente che lascia sul campo allievi e collaboratori storici, che mostrano di non aver compreso la lezione a tutto tondo che Marco ha voluto lasciare. Da una parte lo sconcertante opportunismo politico di una Bonino, sostenitrice di Soros e dall’altra un segretario del partito radicale, Maurizio Turco ed un direttore di Radioradicale, Alessio Falconio, che dimentichi di quegli insegnamenti di libertà e pluralità, si sono allineati alle modalità del pensiero unico, imposte dal regime, per ragioni di mera sopravvivenza politica e comunicazione radiofonica! E la censura continua subita da Bolognetti e denunciata con i suoi digiuni, sono lì ad offrircene ampia testimonianza.
    “Nulla sarà più come prima”!
    A darcene ampia anticipazione, sono solo i nani, un tempo ritenuti degni allievi e probabili prosecutori dell’opera di Marco Pannella!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *