MATTEO BASSETTI -“È QUI LA FESTA?”- AL PARTY SENZA MASCHERINA E DISTANZIAMENTO, SI AUTOPROCLAMA “CORONABUSTER”

13 Novembre 2021 – di Marzia MC Chiocchi – Redazione Co.Te.Li – Foto di Monica Tomasello

Matteo Bassetti, il Direttore della Clinica di Malattie Infettive dell’Ospedale Policlinico San Martino di Genova, e superstar del piccolo schermo, come riporta Il Tempo, lo scorso 28 ottobre avrebbe pubblicato una storia su Instagram che lo avrebbe visto partecipare ad una festa in compagnia di amici senza mascherina ne’ distanziamento.


Di per se’ la cosa non ci turberebbe affatto, se non fosse per i proclami su mascherina si…no…forse…distanziamenti arisi…arino…ariforse…che l’esimio Bassetti quotidianamente professa attraverso i vari canali TV, ora dopo ora come se fosse a reti unificate. E ciò che balza più all’occhio, è l’atteggiamento strafottente di quest’Essere che non solo avrebbe annullato per se’ e i suoi strettissimi amici ogni regola imposta al Popolo, ma si sarebbe presentato, come mostra la foto di copertina, con una maglietta che sulla schiena riportava la scritta “ BASSETTI CORONABUSTER” con il logo del film statunitense “Ghostbuster”.


Ma i protagonisti del film si vantavano di aver liberato la città di New York dagli ectoplasmi, e il nostrano infettivologo? Di avere sconfitto il COVID?!…

”MA MI FACCIA IL PIACERE…!” amava ripetere il grande TOTÒ, racchiudendo in questa frase un mondo di ironiche interpretazioni!
Continuando sull’onda cinematografica, comparo il Bassetti superstar anche ad un altro protagonista del Movie System…CITIZEN KANE del filM “QUARTO POTERE” di Orson Welles, pellicola, purtroppo, dal finale drammatico.


CITIZEN (Charles) e’ il magnate della stampa che tutto domina e tutto ottiene con la conseguenza di creare il vuoto attorno a sé e rimanere solo. L’arido Bassetti lo vedo così, con quell’atteggiamento dispotico il cui pensiero e’ racchiuso in una frase del film, pronunciata da CITIZEN stesso, e che riporto qui sotto👇

«Io sono un’autorità su come far pensare la gente»
(Charles Kane al maestro di canto di sua moglie)

Il problema, per lui, è che e’ talmente antipatico, arrogante, supponente, privo di empatia nello sguardo, che non sta convincendo tutti quelli che avrebbe voluto. In più e’ così indigesto con quella vocetta da topolino squitt…squitt..che per salvarti i padiglioni auricolari dallo stridore disarmonico del tono vocale, giri canale! Santo telecomando! Basta un click sulla tastiera e…..CIAONE!!!!!

Tante le frasi indegne pronunciate dal CITIZEN de ‘noantri, che mal tolleriamo, come ho già spiegato, più per il suo atteggiamento che per le teorie, perché in fondo, in una Democrazia, quale spererei fosse ancora l’ITALIA, ognuno ha diritto di dire la Sua e il Dovere di ascoltare la controparte, MA SEMPRE CON GARBO ED ELEGANZA! Ma chi e’ pressato dalle case farmaceutiche può esserlo? AI CONTEMPORANEI L’ARDUA SENTENZA…e così, sul finale, ho scomodato pure il MANZONI, anche se ho sostituito posteri con contemporanei. Ma per la causa sarò scusata!

MALA TEMPORA CURRUNT…

_______________________

[Questo articolo è condiviso dal Comitato Tecnico Libera Informazione (Co.Te.L.I.), che vede la collaborazione di diversi giornalisti e blogger, tra cui le fondatrici Marzia  Chiocchi di Mercurius5.it e Monica Tomasello di CataniaCreAttiva.it, supportati da un team di medici ed avvocati, formatosi con l’unico intento di collaborare per la ricerca e condivisione della VERITÀ sui principali fatti di rilevanza sia nazionale, che europea, che mondiale]

Puoi leggere anche su👇

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *