COVID: ECCO CHI VORREBBE IMPORRE L’OBBLIGO VACCINALE IN ITALIA

21 Novembre 2021 – Redazione Co.Te.Li – Fonti: varie e citate

I MASSONI CHE CI GOVERNANO NON DEMORDONO E NOI… MENO DI LORO. CONTINUANO, QUOTIDIANAMENTE, A FARE LE STESSE, IDENTICHE E FERALI DICHIARAZIONI, PENSANDO CHE, IL LAVAGGIO DEL CERVELLO INDOTTO CON MESSAGGI SUBLIMINALI (ES:PUBBLICITÀ) IN TUTTI QUESTI ANNI, POSSA ESSERE ANCORA EFFICACE PER LA TOTALITÀ DELLE PERSONE. MA I CONTI SENZA L’OSTE NON SI FANNO, E ARRIVA UN MOMENTO IN CUI, SUBIRE NON VA BENE PIÙ BENE A NESSUNO. RISULTATO…MAI SOTTOVALUTARE IL POPOLO SOVRANO! DIVENTA ATTO DI LESA MAESTÀ. TRAETE VOI IL “ DADO”!

E COSÌ ⤵️

In prima linea nella battaglia per l’obbligo vaccinale è il Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti , il quale si sta facendo portavoce di una richiesta sempre più pressante proveniente dalle regioni del nord. Richiesta che, negli ultimi giorni, ha raccolto anche Il Governatore della Campania Vincenzo De Luca, erede di Grisù lanciafiamme, che ha dichiarato: «Mi sembra il minimo». (Affari Italiani)

Anche il Sottosegretario alla Salute Andrea Costa è sulla stessa linea: «Siamo stati il primo Paese in Europa a introdurre l’obbligo vaccinale per i sanitari e io non escludo di poter fare una riflessione e valutare se è opportuno introdurre l’obbligo per altre categorie che hanno un contatto costante con il pubblico, le forze dell’ordine, coloro che operano nella grande distribuzione».

A ruota Francesco Boccia, deputato del Partito Democratico: «Non vedo altra strada rispetto all’obbligo vaccinale. La scelta dell’Austria a favore dell’obbligo da febbraio è una dura e disperata rincorsa dopo le scelte parziali fatte nei mesi scorsi. Evitiamo di trovarci nella stessa condizione. Per quanto ci riguarda, lo diciamo da mesi e abbiamo sempre sostenuto iniziative improntate sul massimo rigore».

Tramite SkyTg24 si leggono le seguenti opinioni:

Walter Ricciardi

Walter Ricciardi, consigliere del ministro alla Salute Roberto Speranza, sottolinea: è giusto l’obbligo «per i professionisti della sanità ma andrebbe introdotto anche per chi lavora nella scuola».

Così anche Guido Rasi, consulente del Commissario straordinario per l’emergenza Covid Francesco Figliuolo: «Se si deve arrivare all’obbligo di vaccinazione, ci si arrivi! Non è tollerabile riempire di nuovo gli ospedali di Covid quando ci sono migliaia di patologie che aspettano ormai da due anni, non è proprio più morale».

A favore anche Sergio Abrignani, immunologo all’Università statale di Milano e membro del Cts: «Proporrei l’obbligo vaccinale perché le malattie infettive le contieni quando vaccini tutti e lo abbiamo visto con la polio, il vaiolo e altre malattie».

Giorgio Palu’

Giorgio Palù, presidente dell’Agenzia italiana del farmaco e componente del Comitato tecnico scientifico, si è espresso in modo chiaro a favore della vaccinazione obbligatoria: «Credo che sia necessario interrogarsi sull’opportunità di introdurre l’obbligo vaccinale per chi ricopre una funzione pubblica: operatori sanitari, insegnanti, forze dell’ordine e altra categorie. Ricordiamo che la salvaguardia del bene pubblico è tutelata anche dall’articolo 2 della Costituzione».

«Sono favorevole ad esplorare tutte le soluzioni che consentano di mettere quanto più possibile in sicurezza gli italiani», ha aperto alla possibilità di introdurre l’obbligo il ministro del Lavoro, Andrea Orlando.

Netta la presa di posizione del leader della Cisl Luigi Sbarra: «La Cisl chiede al governo e al Parlamento un’assunzione forte di responsabilità approvando subito una legge che preveda l’obbligo alla vaccinazione per tutti i cittadini».

Dura anche la linea del presidente di Federmeccanica, Federico Visentin: «Obbligo di green pass per andare al lavoro, per chi non vuole vaccinarsi il costo dei tamponi non deve essere sostenuto dalle aziende, e chi non accetta né vaccini ne tamponi resta a casa senza stipendio».

Anche il segretario del Pd Enrico Letta ha affrontato la questione in maniera netta: «Sono fra i favorevoli all’obbligo vaccinale».

Matteo Renzi

Il leader di Italia Viva Matteo Renzi ritiene «giusto l’obbligo della vaccinazione per i docenti e servono regole, perché se non siete vaccinati fate un danno a voi, all’economia e in più potete contagiare qualcuno».

Per il presidente della Regione Sicilia Nello Musumeci «servono il buon senso e una più capillare campagna di informazione». Ma – sottolinea – «per alcune categorie l’obbligo è essenziale».

________________________

[Questo articolo è condiviso dal Comitato Tecnico Libera Informazione (Co.Te.L.I.), che vede la collaborazione di diversi giornalisti e blogger, tra cui le fondatrici Marzia  Chiocchi di Mercurius5.it e Monica Tomasello di CataniaCreAttiva.it, supportati da un team di medici ed avvocati, formatosi con l’unico intento di collaborare per la ricerca e condivisione della Verità sui principali fatti di rilevanza sia nazionale, che europea, che mondiale]

Puoi leggere anche su👇

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *