SOSPENSIONE DAL LAVORO: il green pass NON E’ APPLICABILE

Condividiamo un documento del dott Massimo Coppolino sull’inapplicabilità del Green Pass per la sospensione dal lavoro.

N.b.: il funzionario che firmerebbe il provvedimento di sospensione può essere querelato per danni morali…

Chiarimenti circa la Direttiva Ministeriale sulla Sospensione dal lavoro per i “Non Vaccinati” Voi non lo sapete, ma oltre che biologo, sono anche RSU ed un “vecchio sindacalista”; inoltre ho superato, senza prendere posto, due concorsi a dirigente ministeriale e sono un ex funzionario ministeriale. Per questo qui dico, sottoscrivo e confermo, assumendomi tutte le responsabilità di quanto scrivo: nessun lavoratore può essere sospeso, o spostato di ruolo, o può avere ridotto o tolto lo stipendio, se non per cause previste nel CCNl.

L’unica possibilità per il SOLO CAMBIO DI MANSIONE, è il riconoscimento, da parte di una apposita commissione, dopo una opportuna istruttoria (e non da parte del “medico competente”, figura che NON ESISTE NEL NOSTRO ORDINAMENTO), della “non idoneità al lavoro”. Nessun altro, neanche il Giudice del Lavoro, può intervenire in tal senso, figuriamoci il datore di lavoro o il Dirigente Scolastico!

La vaccinazione non rientra tra gli obblighi contrattuali, né può essere assimilata alla voce “responsabilità e sicurezza sul luogo di lavoro” prevista nella L.81/08, poichè questa fa riferimento a dispositivi, messa in sicurezza dell’edificio, controlli sui macchinari, etc., ma MAI SULLA SALUTE PERSONALE DEI DIPENDENTI!

Nessuno, ad esclusione di un magistrato nel pieno svolgimento delle sue funzioni giuridiche, può chiedervi di esporre un “green pass” o qualsiasi documento che attesti che siete vaccinati, poichè NESSUNO è autorizzato a chiedervi se siete vaccinati!

Il green pass è illegale come atto di verifica della idoneità all’impiego ed è paragonabile al “libretto di vaccinazione” che da sempre usiamo. Si è mai visto che uno venga licenziato perché non ha fatto uno dei vaccini obbligatori? E, allora, come può esserlo per non aver fatto un vaccino non  obbligatorio?

Ogni minaccia in tal senso da parte del datore di lavoro, del direttore, del dirigente scolastico, rientra nel reato previsto dall’art.692 del c.p., ovvero “estorsione”, reato punibile con la reclusione da 5 a 15 anni, perché solo la modifica del contratto di lavoro, dopo consultazione con tutti i sindacati di
base, potrebbe avere valore se la vaccinazione fosse inserita come “conditio sine qua non” per lavorare, ed, in ogni caso, questa non potrebbe 

avere valore retroattivo, poiché il vostro contratto di lavoro è stato stipulato quando valevano le condizioni previste dall’allora vigente CCNl, e nessun requisito può essere modificato con effetto retroattivo.

Se, quindi, vi minacciano in tal senso, voi fatevelo mettere per iscritto, andate ad una caserma dei CC o in Procura e DENUNCIATELI!

NESSUNO PUÒ OPPORSI E NON PRENDERE LA VOSTRA DENUNCIA! NEANCHE IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA! COSI’ COME, NESSUN MAGISTRATO PUO’ OPPORSI DI PROCEDERE CONTRO UN DATORE DI LAVORO CHE HA, PALESEMENTE, COMMESSO UN REATO DEL GENERE!

Il vostro datore di lavoro finirà diritto in galera, voi riotterrete il posto di lavoro e, inoltre, il datore di lavoro vi dovrà dare un congruo risarcimento danni. Voi, a tale proposito, aggiungete il “carico”: chiedete i danni morali e psicologici derivanti dal sopruso che vi è stato perpetrato, così caricherete anche di pesantezza la pena inflitta.

Dott. Massimo Coppolino

<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<

[Questo articolo è condiviso dal Comitato Tecnico Libera Informazione (Co.Te.L.I.), che vede la collaborazione di diversi giornalisti e blogger, tra cui le fondatrici Marzia  Chiocchi di Mercurius5.it e Monica Tomasello di CataniaCreAttiva.it, supportati da un team di medici ed avvocati, formatosi con l’unico intento di collaborare per la ricerca e condivisione della Verità sui principali fatti di rilevanza sia nazionale, che europea, che mondiale]

38 pensieri riguardo “SOSPENSIONE DAL LAVORO: il green pass NON E’ APPLICABILE”

  1. 🇮🇹 Purtroppo dobbiamo contestare tutto.
    Non so fino a quando possiamo resistere ancora.
    La legge, quella vera, non dovrebbe farci giungere a questo tipo di intervento. Tutto ciò significa: metterci uno contro l’altro.
    Vediamo se le procure riusciranno a fermare il Drago Malefico.
    Ci sarà qualche Magistrato coraggioso, fuori dal gregge, che fare rispettare questa Benedetta Costituzione? Saluti🇮🇹

      1. Viste le ultime sentenze, che hanno tutte condannato i lavoratori che avevno scelto di non vaccinarsi, io nutro molte poche speranze. I giudici sono allineati con la classe politica, che mai nella storia si è posta come un muro unico come oggi.

        1. qualche giorno fa c’è stata una sentenza , non si puo’ essere sospesi senza stipendio, si trattava di una oss in RSA, non han preso neanche in considerazione, i datori di lavoro, di un mansionamento diverso, quindi dovranno risarcire dei mesi non pagati e dei danni e pagarla anche se non lavora. Il giudice c’è andato ancora leggero ma meglio di niente.

  2. buongiorno e grazie per l’articolo.
    questo vale anche per gli operatori sanitari dipendenti o la sospensione dell’ordine in base a DL 44, poi convertito, configura un “non idoneità al lavoro”?

  3. Il problema è che draghi va a ruota libera , ho violato ogni legge possibile, intimando, ricattando, punendo. Questa della scuola è una guerra personale e nessuno si ribella, in un paese serio sarebbe stato preso a calci e arrestato per vilipendio alla costituzione. E questo ancora minaccia con obbligo nella scuola. Va internato con le buone o con le cattive
    .

  4. Tutto il ragionamento legale non fa una grinza. Se i magistrati non si mettono a lavorare sulle denunce con solerzia e urgenza che impone tutta la materia, purtroppo per loro, quando il vento cambierà, saranno chiamati anche loro a rendere conto della colpevole inanità alla quale sembra si siano adattati.

  5. Salve anche x gli operatori sanitari io ho preso il covid in servizio ho avuto un sacco di problemi e una trombosi ho paura di vaccinarmi se nn lo faccio mi sospendono e rimango senza stipendio

    1. Buonasera, mia moglie è da un mese a casa senza stipendio e adesso si teme per la radiazione all’albo, a provato ad andare da un avvocato ma ancora certezze niente……..

  6. Cit. “Il green pass è illegale come atto di verifica della idoneità all’impiego ed è paragonabile al “libretto di vaccinazione” che da sempre usiamo. Si è mai visto che uno venga licenziato perché non ha fatto uno dei vaccini obbligatori? E, allora, come può esserlo per non aver fatto un vaccino non obbligatorio?”
    Osservazione: equiparare il Green pass al libretto di vaccinazione è improprio perché il green pass per lavorare uno lo ottiene anche solo con un tampone senza per questo essere vaccinato. Il problema è che lo strumento del green pass non serve a nulla e non certifica meno di nulla

    1. Sbagliato perché il tampone è un trattamento sanitario, non una caramella, oltre al fatto che non sia validato, ne esistono almeno decine di produttori diversi, pure falso per diagnostica. Nessuno ha il diritto di certificare né ipotizzare eventuale malattia altrui per sospensione dal lavoro o circolazione.

    2. Ci sono per esempio tipologie di lavoro esempio mio marito in cui li viene molto difficile organizzarsi con i tempi a riuscire a trovare una farmacia aperta facendo il camionista, e per questo hanno ricevuto un messaggio della dita per cui li obbligavano a vaccinarsi. 🤬🤬🤬

    1. perchè sono di sinistra , e sono per ogni coercizione che sostiene il controllo sociale , elemento base della società comunista .

      1. I sindacati si prendono la trattenuta mensile e poi quando hai bisogno dicono che,le scuole sono in autonomia e decidono loro e quindi non possono intervenire più….

  7. Salve. Sono un’insegnante. Davvero posso entrare a scuola senza il green pass? E non rischiare la sospensione? Non sarebbe prima il caso di inviare una diffida al Dirigente Scolastico? Grazie mille per la risposta.

  8. Lavoro come autista per una mensa scolastica a tempo indeterminato. A breve rientrerò in servizio e mi hanno chiesto di presentarmi col G. P., scusate ma mi rifiuto anche di scriverlo per esteso, dopo che il 16 Agosto u. s. altrimenti non potrò aver accesso al posto di lavoro. Vorrei sapere cosa rischio e come dovrò fare il giorno che riprenderò e mi presenterò sul posto di lavoro.
    Premetto che mi rifiuto e mi rifiuterò di vaccinarmi.
    Grazie della risposta anticipatamente.
    Fabio

  9. la debolezza strutturale delle manovre del governo denotano un clima di sconfitta sistemica . Basterà resistere e assisteremo alla caduta del terrore e delle minacce ricattatorie delle quali un popolo civile non può esser oggetto .

  10. I miei diritti non posso rivendicarli da solo citando gli articoli di legge senza l’ausilio di un avvocato che,comporta senz’altro dei soldi ce non posso permettermi?

  11. buona sera a tutti il mio mi ha risposto: che è legge ,e quindi bisogna che mi vaccino sennò si va ad incidere sul penale ,sanzioni ,e sospensione lavorativa senza retribuzione, a questo proposito io non sono d’accordo a vaccinarmi ma forse sarò costretto,come devo fare, in modo che questo accada???
    chiedo a voi perche non so piu a cosa pensare,so solo che sulla Bibbia e già tutto scritto da anni e secoli, e siamo arrivati al dunque cioè la fine del mondo, si capisce lontano un chilometro che ci vogliono morti .
    ma io penso che un dio su questa terra c’è spero solo che gli dia la giusta lezione di vita a queste merde che stanno distrugendo il mondo .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *