ATTACCO ALLA SEDE DELLA CGIL: CI SONO MOLTE ALTRE FORME DI VIOLENZA DI CUI IPOCRITAMENTE NON PARLIAMO PIU’

10/10/2021 – (Fonte: social post di Enrico Montesano)

Calma! A bocce ferme ne parlerò, non voglio fare il commentatore a caldo del giorno dopo, bisogna stemperare, riflettere e poi analizzare con serenità. Ho ricevuto questo messaggio che condivido e divulgo anche su FB, è in rete da ieri sulla mia pagina TELEGRAM.

CONDANNO OGNI FORMA DI VIOLENZA!

Condanno la violenza che circa sessanta milioni di italiani subiscono, giorno dopo giorno, per mano di quelle poche persone che occupano i banchi di Governo.

Condanno la violenza di chi ha riformato la giustizia per salvare ladri e corrotti.

Condanno la violenza di chi ha deregolamentato le valutazioni di impatto ambientale al fine di permettere la devastazione dei nostri territori in nome del profitto per pochi.

Condanno la violenza di chi ha azzerato le gare d’appalto e liberalizzato affidamenti diretti e subappalti, per avere le mani libere nel favorire amici e affiliati.

Condanno la violenza di chi ha commissariato le istituzioni democratiche con macchinose e costosissime cabine di regia tecnocratiche che decidono tutto al di sopra dei cittadini e dei loro rappresentanti.

Condanno la violenza di chi protegge la famiglia Benetton anziché le vittime del crollo del Ponte Morandi.

Condanno la violenza di chi si appresta a regalare MPS agli amici degli amici.

Condanno la violenza di chi riempie di milioni l’Ilva di Taranto per continuare a esalare veleno.

Condanno la violenza di chi sta spacciando per “transizione ecologica” la peggiore conservazione di filiere vecchie sporche e inquinanti.

Condanno la violenza di chi in questi anni ha azzerato lo stato sociale chiudendo ospedali, privatizzando la scuola, tagliando le pensioni, sopprimendo treni e tagliando risorse per i disabili, tutto in nome del rigore dei conti, e ora non fa nulla per invertire la rotta.

Condanno la violenza di chi gestisce il potere con arroganza, schiacciando sistematicamente il Parlamento e abbattendo ogni procedura democratica.

Condanno la violenza di chi precarizza una generazione di lavoratori liberalizzando i licenziamenti e togliendogli ogni tutela.

Condanno la violenza di chi sta privando i ragazzini di una vita sociale, impedendogli persino di andare in pizzeria.

Condanno la violenza di chi sta impedendo a migliaia di studenti di entrare nelle aule universitarie.

Condanno la violenza di chi sta volutamente boicottando l’uso dei tamponi rendendoli dolorosi, costosi e scomodi, anziché incentivarli per tenere sotto controllo la catena dei contagi.

Condanno la violenza di chi sta attaccando persino il diritto al lavoro, fondamento della nostra Repubblica, subordinandolo al possesso di un lasciapassare di governo, con delle misure che non hanno alcun fondamento scientifico e che nessun altro Paese al mondo si sogna di introdurre.

E POI SÌ! CONDANNO ANCHE LA VIOLENZA DI POCHE DECINE DI SOBILLATORI CHE HANNO ASSALTATO LA SEDE DELLA CGIL PERCHÈ CON LA LORO AZIONE (cui prodest?) HANNO PERMESSO AGLI ARTEFICI DELLE VIOLENZE DI CUI SOPRA DI DISTOGLIERE L’ATTENZIONE DELL’OPINIONE PUBBLICA DALLE LORO MALEFATTE E DI DIRE IPOCRITAMENTE CHE ANCHE LORO “CONDANNANO OGNI FORMA DI VIOLENZA.

Enrico Montesano

______________________
Questo articolo è condiviso dal Comitato Tecnico Libera Informazione (Co.Te.L.I.), che vede la collaborazione di diversi giornalisti e blogger, tra cui le fondatrici Marzia  Chiocchi di Mercurius5.it e Monica Tomasello di CataniaCreAttiva.it, supportati da un team di medici ed avvocati, formatosi con l’unico intento di collaborare per la ricerca e condivisione della Verità sui principali fatti di rilevanza sia nazionale, che europea, che mondiale

Puoi leggere anche su👇

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *