Il “Travaglio Pentito”, in un editoriale accusa Draghi e Governo di aver raccontato solo bugie, e pubblica il discorso che Draghi, non ha ancora tenuto

20 Dicembre 2021 – Co.Te.Li – Commento di Marzia MC Chiocchi

“Care italiane e cari italiani, abbiamo sbagliato totalmente la comunicazione sul Covid e sui vaccini, un po’ perché disorientati dai continui stop&go della scienza, un po’ perché dire la verità avrebbe scoraggiato molti di voi dal vaccinarvi. Me ne scuso e prometto di non farlo più. Le bugie hanno le gambe corte, smentite ogni giorno dai dati che aumentano la sfiducia nelle autorità e portano acqua al mulino No Vax. La verità è che i vaccini ‘durano’ molto meno del previsto e non immunizzano dal rischio di contagiarsi e contagiare. Quindi abbiamo sbagliato a fissare in 12 mesi la durata del Green Pass e in 9 quella del Super Green Pass: secondo l’Iss, dopo 5 mesi dalla seconda dose ‘l’efficacia del vaccino nel prevenire la malattia scende dal 74 al 39%’. In più ci siamo scordati di rendere revocabile la carta verde, lasciando i vaccinati contagiati liberi di infettare col lasciapassare. Io per primo ho sbagliato a promettere ‘un Natale normale per i vaccinati’, creando l’equazione antiscientifica ‘vaccinato uguale immune’ e l’illusione controproducente di ‘zone protette’ col Super Green Pass, che non protegge nessuno, anzi induce chi lo possiede a trascurare distanze, mascherine e tamponi. Quindi aboliremo il Super Green Pass e il Green Pass per lavorare, inutilmente discriminatori e dannosi. Abbiamo diviso l’Italia in buoni e cattivi, mettendo i vaccinati contro i No Vax (per non parlare dei bimbi), additati come untori e unica causa di un contagio che invece è figlio di molti fattori: i No Vax, i vaccinati “scoperti”, i ritardi sulla terza dose, l’inerzia sulle distanze e l’aerazione in scuole, bus, metro e treni regionali, l’abbandono del tracciamento e la folle revoca dello smart working negli uffici pubblici.

Unici al mondo col Green Pass per lavorare, non siamo affatto i primi della classe: almeno 13 Paesi hanno Rt e decessi più bassi dei nostri. E anche in quelli con più vaccinati di noi la pandemia avanza a prescindere. Quindi diffidate dei fanatici No Vax e Sì Vax e leggete i dati dell’Iss: dal 22 ottobre al 21 novembre (senza Omicron) i ricoverati nei reparti ordinari sono stati 4.402 non vaccinati e 4.532 vaccinati (1.616 da meno di 5 mesi e 2.916 da più di 5 mesi) e, nelle terapie intensive, rispettivamente 618 e 348. Con l’85% di copertura, la percentuale dei No Vax è molto più alta, ma pure quella dei vaccinati in ospedale è spaventosa rispetto all’illusione che abbiamo avallato. Quindi continuate a vaccinarvi, ma respingete la retorica dell’altruismo: quello è un atto di sano egoismo, perché l’unica certezza che dà è abbattere il rischio di Covid in forma gravissima o mortale. Di più non possiamo garantire: di bugie ve ne abbiamo già raccontate troppe”.

________________________

E COSÌ, FINALMENTE, ANCHE COLUI CHE SEMBRAVA IRRIDUCIBILE NEL SUO “CREDO” DI SINISTRA, COMINCIA A PENSARE CHE QUALCOSA, NELL’INGRANAGGIO GOVERNATIVO, NON FUNZIONI PIÙ. CON LE BUGIE SUL SEDICENTE VACCINO E NON SOLO, TRAVAGLIO, FATTI DUE CONTI E DUE VERIFICHE, HA COMINCIATO A VEDERE CHE LA NAVE STA IMBARCANDO IRRIMEDIABILMENTE ACQUA, E LA FALLA NON PUÒ PIÙ ESSERE RIPARATA! FORSE, IL SUO PENSIERO, POTRÀ ESSERE INTERPRETATO COME Il TENTATIVO DI CHI HA CAPITO CHE TUTTA LA NARRAZIONE DEL VIRUS STA MISERAMENTE PER AFFONDARE, E VUOLE SALVARSI IN EXTREMA RATIO, MA A NOI, CHE COME DIOGENE CON LA SUA LANTERNA, STIAMO RICERCANDO DA QUASI DUE ANNI LA VERITÀ, STA BENE ANCHE COSÌ. l’IMPORTANTE È CHE LA LUCE FACCIA BRECCIA SULL’ ATTUALE OSCURANTISMO, E CHE IL SERPENTE VENGA DEFINITIVAMENTE SCHIACCIATO!

________________________

[Questo articolo è condiviso dal Comitato Tecnico Libera Informazione (Co.Te.L.I.), che vede la collaborazione di diversi giornalisti e blogger, tra cui le fondatrici Marzia  Chiocchi di Mercurius5.it e Monica Tomasello di CataniaCreAttiva.it, supportati da un team di professionisti (insegnanti, economisti, medici, avvocati, ecc.) formatosi con l’unico intento di collaborare per la difesa della libertà di espressione (art. 21 della Costituzione Italiana e art. 11 della Carta dei Diritti fondamentali dell’Unione Europea) e per la ricerca e condivisione della verità sui principali argomenti e fatti di rilevanza sia locale che globale]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *